Domani nell’Eurogruppo che si riunisce a Lussemburgo i rincari dell’energia e il ritorno dell’inflazione saranno al centro delle discussioni dei ministri delle Finanze.

Si parlerà della situazione macroeconomica della zona euro, con l’inflazione dell’Eurozona salita al 3,4%, ai massimi dal 2008. L’obiettivo è fare tutto il possibile per tenere sotto controllo i prezzi dell’energia. Tra le ipotesi più gettonate che saranno al tavolo dell’Eurogruppo ci sono quelle di sfruttare il peso negoziale Ue (sull’esempio di quanto avvenuto per l’acquisto dei vaccini) per mandare segnali precisi ai mercati e fare fronte a questi choc attraverso, ad esempio, lo stoccaggio di scorte comuni o acquisti concordati a livello comunitario. Nell’immediato è probabile che l’esecutivo Ue valuti misure di sostegno alle imprese particolarmente colpite dal caro-energia.