Lunedì 24 Giugno 2024

Omicidio-suicidio a Genova: guardia giurata uccide nel sonno la fidanzata, poi si spara

Pare che la giovane coppia litigasse spesso negli ultimi tempi e che si stessero per lasciare. La tragedia potrebbe risalire alla giornata di ieri

Il palazzo di via Anfossi, dove questo pomeriggio è stato scoperto un omicidio-suicidio

Il palazzo di via Anfossi, dove questo pomeriggio è stato scoperto un omicidio-suicidio

Genova, 4 gennaio 2023 -  Due giovani sono stati trovati morti questa sera all'interno di un'abitazione di via Anfossi, nel quartiere genovese di Pontedecimo. Si tratta di una coppia di fidanzati: Andrea Incorvaia, 32 anni guardia giurata, e Giulia Donato, 23 anni. La ragazza è stata trovata nel letto e sarebbe stata uccisa nel sonno dal fidanzato. Incorvaia si è poi tolto la vita sparandosi ed è stato trovato nella stessa stanza - la camera da letto - con la pistola di servizio in pugno.

La giovane frequentava l'uomo da circa un anno ma, secondo quanto riferito dalle amiche della ragazza, subito accorse sul luogo della tragedia, quella relazione l'aveva cambiata, allontanandola dagli altri, probabilmente a causa della forte gelosia di Andrea. Forse la 23enne aveva deciso di porre fine a quel rapporto. L'omicidio suicidio potrebbe risalire anche alla giornata di ieri: l'allarme è scattato proprio perché per tutto il giorno né Giulia né Andrea erano reperibili al telefono.

Infatti, a trovare i corpi dei due fidanzati è stata la sorella della guardia giurata che è andata in casa della cognata perché non aveva notizie del fratello dalla sera prima. La donna sapeva che i due si stavamo lasciando e negli ultimi tempi le liti erano diventate frequenti.