Lunedì 20 Maggio 2024

Orta Nova (Foggia), omicidio nella notte: ucciso 20enne. Si costituisce presunto omicida

Andrea Gaeta è stato freddato in auto a colpi di pistola. Gli investigatori allertati da una telefonata anonima

Orta Nova (Foggia), 3 settembre 2022 - Omicidio ad Orta Nova (Foggia), il decimo dall'inizio dell'anno in provincia. Andrea Gaeta, 20 anni - figlio di Francesco, a capo di un gruppo criminale locale - è stato ucciso con alcuni colpi di pistola la scorsa notte in via Saragat. Diverse le perquisizioni in giornata, mentre in serata si è costituito Mirko Tammaro, ragazzo di 26 anni di Ortanova con precedenti per furto in affidamento da un anno ai servizi sociali. Sarebbe lui il presunto omicida di Andrea con l'ipotesi di reato di omicidio volontario nonché detenzione e porto illegale di arma comune da sparo.

Leggi anche: Luigi Izzo ucciso a Castel Volturno, la moglie: sola con 3 bimbi. Chiedono sempre di lui

Leggi anche: Castel Volturno (Caserta): Luigi Izzo ucciso a coltellate davanti alla moglie

Leggi anche: Foggia, muore il boss: il questore vieta i funerali pubblici

Orta Nova, nuovo omicidio: ucciso Gerardo Tammaro, padre del killer di Andrea Gaeta

La dinamica

Il ragazzo era in auto da solo, il killer lo ha affiancato e gli ha sparato, senza lasciargli scampo. Andrea Gaeta è stato colpito a un fianco e al busto. 

"Esclusa la criminalità organizzata"

Gli investigatori hanno escluso in un primo momento l’ipotesi di un regolamento di conti nell’ambito della criminalità organizzata. Ma Andrea Gaeta ad Orta Nova era molto conosciuto sia per la sua attività professionale - gestiva un'azienda di autotrasporti - sia perché il padre Francesco detto 'spacca palline' è ritenuto dagli inquirenti al vertice dell'omonimo clan Gaeta vicino alla batteria criminale foggiana dei Moretti.

L'allarme

Gli investigatori sarebbero stati avvertiti da una telefonata anonima. Il corpo della vittima era nella sua auto, sul sedile del guidatore, nella zona industriale di Orta Nova. Sono stati recuperati sull’asfalto cinque bossoli di una pistola di piccolo calibro. In nottata i militari hanno ascoltato una decina di persone vicine alla vittima per cercare di ricostruire gli ultimi istanti di vita del giovane. 

Le indagini

I carabinieri hanno verificato se nella zona ci siano telecamere che possano aver immortalato l'agguato. Invece, la pistola usata per l'omicidio e gettata nelle campagne subito dopo l'omicidio del delitto, è stata ritrovata e sequestrata dai Carabinieri.

La ricostruzione 

Da una prima ricostruzione dell'accaduto sembra che i due, venerdì sera, abbiano avuto un litigio perché uno dei due avrebbe forse insultato e guardato in maniera piuttosto insistente la fidanzata dell'altro. Tutto sembrava essere finito lì ma dopo qualche ora l'assassino ha raggiunto la vittima alla periferia di Orta Nova bersagliandola con ameno cinque di colpi di pistola. Pare inoltre che la vittima non fosse sola al momento dell'agguato ma in compagnia di amici. Un dettaglio tuttora al vaglio degli investigatori che per tutta la notte hanno ascoltato parenti e conoscenti di Andrea.

Gli agguati continui

L'omicidio di Andrea Gaeta è l'ennesimo episodio di criminalità nel Foggiano. Tra gli ultimi casi, la sparatoria al Luna park di Manfredonia e il duplice delitto di padre e figlio a Cerignola. Un altro episodio analogo, ovvero un omicidio tra adolescenti per il contendersi di una ragazzina, era già accaduto a luglio scorso a San Severo dove un 17enne, Francesco Pio D'Augelli, venne ucciso con una coltellata al fianco inferta da un 15enne che aveva scambiato qualche messaggio con la sua fidanzata. 

Nuovo omicidio nel Foggiano: ucciso Andrea Gaeta, indagano i carabinieri
Nuovo omicidio nel Foggiano: ucciso Andrea Gaeta, indagano i carabinieri