Mercoledì 24 Aprile 2024

No alla collaborazione con Israele, gli Amici della Normale all’ateneo: “Sconcertati, la scienza va valorizzata”

Continuano le polemiche dopo la votazione del Senato accademico

Normale Pisa chiede stop a bando con Israele

Normale Pisa chiede stop a bando con Israele

Pisa, 30 marzo 2024 – L'Associazione degli Amici della Scuola Normale Superiore di Pisa ha discusso al suo interno la mozione approvata a maggioranza dal Senato accademico della Scuola il 26 marzo 2024, in particolare il punto in cui si chiede al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale di riconsiderare il Bando Scientifico 2024 emesso il 21 novembre 2023 in attuazione dell'Accordo di cooperazione industriale, scientifica e tecnologica Italia-Israele.

I numerosi membri dell'Associazione intervenuti hanno tutti espresso il loro "sconcerto" e molti la loro "contrarietà" alla richiesta di riconsiderazione del Bando, ritenendo che "istituzioni universitarie come la Normale debbano piuttosto, nel rispetto delle opinioni dei singoli, preoccuparsi di valorizzare sempre la scienza, la cultura e l'arte come elementi di dialogo e di raccordo universale".

L'Associazione ha chiesto al direttore della Scuola di rendere note al Senato accademico queste considerazioni. Una vicenda, quella del voto del Senato accademico, che crea non poche polemiche. Era intervenuto anche il console onorario di Israele Marco Carrai: “Le motivazioni del Senato accademico sono ridicole e vergognose”.