Lunedì 20 Maggio 2024

Malore sul volo Torino-Lamezia, morto 30enne. Inutile l’atterraggio di emergenza

Il pilota dell’aereo Ryanair ha invertito la rotta, tornando allo scalo di Caselle, da dove era decollato. A niente sono serviti i tentativi di rianimazione in pista. Sotto choc la moglie del giovane, che si è sentita male ed è stata trasportata in ospedale

Aereo Ryanair in pista (foto di archivio Frasca)

Aereo Ryanair in pista (foto di archivio Frasca)

Torino, 17 aprile 2024 – Si sente male in volo, l’aereo inverte la rotta ma quando atterra è troppo tardi. Il passeggero è morto

L’uomo, appena 30 anni, era a bordo del volo Ryanair partito questa mattina dallo scalo di Torino Caselle alle 11 e diretto a Lamezia Terme. Durante il tragitto ha accusato un malore. Secondo un prima ricostruzione, sarebbe stato soccorso dal personale di volo, mentre il pilota faceva rientro a Torino per un atterraggio d’emergenza, avvenuto circa alle 11.30 La società Sagat, che gestisce l’aeroporto di Caselle ha spiegato che l’aereo era atteso in pista dall’ambulanza e dal personale medico aeroportuale. Medico e infermiere sono saliti a bordo ma per il passeggero non c’è stato niente da fare. 

Con il 30enne in viaggio c’era la moglie, che si sarebbe sentita male in seguito allo choc emotivo ed è stata accompagnata in ospedale.

Secondo quanto riporta La Stampa, l’aereo ora è fermo in pista per consentire gli accertamenti del caso. Il quotidiano torinese scrive che quanto il passeggero ha accusato il malore il volo  “era quasi a metà del tragitto, ma la richiesta del capitano di atterrare su altri aeroporti sarebbe stata negata”. Sempre secondo la Stampa, l’ambulanza avrebbe avuto un intoppo: sarebbe rimasta bloccata “perché in pista serviva la scorta”. Circostanza questa negata da Sagat. La società sostiene che i soccorritori erano pronti in pista quando l’aereo è atterrato.