Roma, 19  maggio 2019 - Tragedia familiare a a Monterotondo Scalo, vicino a Roma. Un 42enne, Lorenzo Sciacquatori, è morto questa mattina in ospedale per una ferita alla testa dopo essere stato colpito dalla figlia di 19 anni al culmine di una lite. 

Secondo quanto ricostruito, l'uomo, che aveva precedenti per maltrattamenti in famiglia, era rientrato a casa nella notte ubriaco e aveva iniziato a aggredire verbalmente la moglie. Dopo quasi tre ore di minacce e insulti, mamma e figlia, spaventate, sono riuscite a uscire di casa. Ma l'uomo le avrebbe raggiunte tra le scale e l'androne, e lì che la figlia lo avrebbe colpito al volto con un piccolo coltello. Così il 42enne è caduto per terra perdendo molto sangue. Trasportato d'urgenza in ospedale, è morto poco dopo.

Madre e figlia avevano denunciato l'uomo nel 2014 per maltrattamenti in famiglia. A quell'accusa si era aggiunta quella di resistenza a pubblico ufficiale perché Sciacquatori si era ribellato alle forze dell'ordine arrivate sul posto per fermarlo. 

PROCURA VALUTA LEGITTIMA DIFESA -  Sulla base di ulteriori accertamenti e dell'esame autoptico, la procura di Tivoli valuterà "l'eventuale esistenza della legittima difesa" per la 19enne che ha ucciso il padre violento. Il pm di turno, d'intesa con il procuratore, ha disposto che la ragazza rimanga a disposizione della Procura.