Ministro dell’Interno

Il decreto sicurezza varato dal governo a novembre nasce per porre un freno al degrado e alla criminalità giovanile. Queste...

Il decreto sicurezza varato dal governo a novembre nasce per porre un freno al degrado e alla criminalità giovanile. Queste in sintesi le novità. Pene più severe per chi non manda i figli a scuola. Per le assenze ingiustificate del minore, si prevede anche la reclusione fino a 1 anno. Si inaspriscono le pene per alcune misure di prevenzione come il Daspo. E si estendono a minori che hanno già compiuto 14 anni. Vietato il loro uso ai giovani responsabili di violenze tra i 14 e i 18 anni, ma in caso di condotte più gravi anche per quelli tra i 12 e i 14. Si amplia la platea dei reati per i quali può essere disposta la custodia cautelare. I detenuti che abbiano compiuto i 21 o i 18 anni e che hanno atteggiamenti considerati violenti possono essere trasferiti in carceri per adulti