Giovedì 25 Aprile 2024

Messina Denaro, ecco i film e i libri trovati nel suo covo

Sono 212 le pellicole che il boss della mafia aveva in via CB 31 a Campobello di Mazara. Trovati anche 56 libri

I carabinieri nel covo di Messina Denaro (Ansa)

I carabinieri nel covo di Messina Denaro (Ansa)

Roma, 19 febbraio 2023 -  Matteo Messina Denaro leggeva Bukowsky e guardava i film di Tarantino, nel suo covo in via CB 31 a Campobello di Mazara. I carabinieri hanno trovato 212 film in Dvd e 56 libri. 

Il capo dei capi della mafia negli ultimo otto mesi di latitanza, prima di essere arrestato il 16 gennaio davanti a una clinica di Palermo, ha vissuto in quell'appartamento, e lì, come in altri rifugi scoperti dopo, i carabinieri stanno cercando particolari per ricostruire la sua lunga latitanza.

Gli elenchi dei film e dei libri sono stati resi noti dai carabinieri del Ros. Tra i volumi di Messina Deanaro vari tiroli, si va da Charles Bukowsky allo scrittore giapponese Haruki Murakami, poi  "Le Notti Bianche" di Fedor Dostoevskij, "Se questo è un uomo" di Primo Levi, "Viaggio al Termine della notte" di Louis Ferdinand Celine. Inaspetatta 'La stanza numero 30' di Ilda Boccassini, dove l'autrice racconta la sua storia professionale che l'ha portata anche a indagare sulle stragi mafiose del 1992, che vedono coinvolto Messina Denaro. Poi un volume su Nietzsche, la raccolta di poesie di Charles Baudelaire 'I fiori del male e altre poesie' e le poesie di Alda Merini, infine "Non mi avete fatto niente" di Fabrizio Corona. 

Per le pellicole il boss preferiva l'azione, ma sempre contraddistinte da una regia di qualità con  titoli di Quentin Tarantino come "Django", "Pulp Fiction", "Kill Bill"1 e 2 e "The Hateful eight". Il capo mafia amava anche i classici come "Apocalipse now", "Il gladiatore", "Blade Runner", "Bastardi senza gloria", ed è spuntato anche un "Sex and the city". Poi "Braveheart", "Il potere dei soldi" e "Rambo". Per quanto riguarda le pellicole italiane Messina Denaro aveva nella sua cineteca "Brutti sporchi e cattivi", "Blow up", "Il marchese del Grillo" e 'Benvenuti al Sud".