Maxi schianto, Roma in tilt

di Valeria Goretti ROMA È tragico il bilancio dell’incidente avvenuto ieri attorno alle 9 sul Grande Raccordo Anulare, all’altezza fra gli svincoli...

Maxi schianto, Roma in tilt
Maxi schianto, Roma in tilt

È tragico il bilancio dell’incidente avvenuto ieri attorno alle 9 sul Grande Raccordo Anulare, all’altezza fra gli svincoli Pisana e Magliana: un morto e sei feriti, di cui due molto gravi, con il coinvolgimento di sei mezzi. La vittima è Mauro Palombelli, camionista 61enne, alla guida di un autoarticolato. Tra i feriti, invece, gravi due donne: una trasportata in eliambulanza per pluritraumi al San Camillo, l’altra in prognosi riservata al Campus Biomedico. Sembra che il mezzo del 61enne abbia tamponato un furgone che, a sua volta, ha sbandato colpendo le auto. Senza controllo il camion avrebbe proseguito contro un secondo furgone che, a catena, ne ha tamponato un terzo.

Il traffico è rimasto bloccato per ore, causando fino a sei chilometri di coda. L’elicottero per i soccorsi è atterrato nella carreggiata. Per estrarre i tre feriti dalle lamiere dei veicoli è stato necessario l’intervento dei pompieri. Tutto il quadrante sud della Capitale ha risentito del blocco della circolazione, con deviazioni del traffico sulle consolari adiacenti. Sul posto forze dell’ordine, Anas, 118 e vigili del fuoco. Intanto, solo sulle strade romane, è salito a 188 il numero delle vittime di quest’anno, e a 9 morti sul Raccordo Anulare. Le cause sono ancora da chiarire: non viene escluso un malore del conducente del tir. Ma si faranno accertamenti per capire se il tir non abbia rispettato i limiti di velocità o ci sia stata una distrazione alla guida per l’uso del cellulare. Oltre il 90% degli incidenti mortali è causato da abitudini scorrette come la distrazione e in Italia almeno il 24% degli incidenti sono da attribuire all’uso improprio del telefono.