Martedì 21 Maggio 2024
ERIKA PONTINI
Cronaca

Matteo Falcinelli, l’avvocato americano al Miami Herald: “Non c’era motivo di incaprettarlo in cella, non costituiva una minaccia”

Il caso dello studente italiano finisce sul principale giornale della città della Florida, che sottolinea il contrasto tra i filmati delle bodycam e il racconto fatto dagli agenti

Matteo Falcinelli nella centrale di polizia di Miami mentre viene legato mani e piedi

Matteo Falcinelli nella centrale di polizia di Miami mentre viene legato mani e piedi

Roma, 9 maggio 2024 – Si intitola “Cosa è un arresto brutale ?” l’articolo che il Miami Herald – il principale giornale della città della Florida – dedica al caso di Matteo Falcinelli, sentendo anche Chad Piotrowski, l’avvocato americano che ha difeso lo studente – ora ammesso al Pti, una sorta di programma di rieducazione della durata di sei mesi – nel processo per resistenza a pubblico ufficiale, violazione di domicilio (trespassing) e opposizione all’arresto senza violenza. Nel sito online il Miami Herald riporta anche il video esclusivo di QN-La Nazione in cui viene mostrato l’hogtied restraint, la manovra di costrizione a cui venne sottoposto lo studente 25enne nella cella di transito di North Miami Beach la notte tra il 24 e il 25 febbraio, quando Matteo venne legato con una cinghia alle caviglie allacciata alle manette strettissime.

Approfondisci:

Spunta un nuovo video di Falcinelli: “Non ho fatto nulla, posso pagare una cauzione”. Gli agenti: “Così è corruzione”

Spunta un nuovo video di Falcinelli: “Non ho fatto nulla, posso pagare una cauzione”. Gli agenti: “Così è corruzione”
Matteo Falcinelli nella centrale di polizia di Miami mentre viene legato mani e piedi
Matteo Falcinelli nella centrale di polizia di Miami mentre viene legato mani e piedi

“Uno studente italiano della Florida International University è stato legato dalla polizia in una cella – scrive l’Herald – dopo essere stato arrestato fuori da uno strip club a North Miami Beach, secondo le riprese della telecamera installata sulle divise degli agenti. Frammenti del filmato, rilasciati per la prima volta dai media italiani questa settimana, hanno suscitato polemiche”, è scritto ancora.

Approfondisci:

Studente italiano pestato in cella, gli Usa: “C’è un’indagine sugli agenti”

Studente italiano pestato in cella, gli Usa: “C’è un’indagine sugli agenti”

“L'arresto è giunto anche all'attenzione dei leader italiani. Antonio Tajani, ministro degli Esteri, ha condannato l'arresto definendolo “violento e brutale", e mercoledì i funzionari del governo americano hanno riconosciuto le preoccupazioni dei funzionari italiani”. I rappresentanti del dipartimento di polizia di North Miami Beach – ripercorre il giornale americano – hanno rifiutato di commentare martedì, ma hanno detto che rilasceranno una dichiarazione dettagliata entro questa settimana.

Di “eccessivo uso della forza” parla invece il legale. “La parte preoccupante è stata guardare gli agenti legarlo mentre era solo in una cella chiusa a chiave", dice Piotrowski. “Non rappresentava una minaccia per se stesso o per gli agenti mentre era nella cella di detenzione. Non c'era assolutamente alcun motivo di legare il povero ragazzo in quel modo. Non dovevano farlo. È stato difficile da guardare".

L’Herald sottolinea anche il contrasto tra i filmati e la narrazione nel rapporto di arresto di Falcinelli dove i poliziotti sostengono che lo studente ha molestato "intenzionalmente" due agenti e non ha obbedito, irrigidendosi e allontanandosi. Gli agenti, che erano fuori servizio ma controllavano il locale, hanno notato che Falcinelli “creava disordini” dopo essere stato cacciato.

Secondo il rapporto, l’italiano avrebbe dichiarato agli agenti di volere indietro i 500 dollari spesi nel club. Gli è stato quindi “dato avvertimento di allontanarsi, ma non ha eseguito gli ordini” mentre nei filmati emerge che rivoleva i suoi telefoni.

Il Miami Herald analizza poi il filmato dell’incaprettamento. “Un controverso metodo di costrizione contro il quale il Dipartimento di Giustizia mette in guardia dagli anni '90, è stato vietato nei dipartimenti di polizia di tutto il paese. A terra, trattenuto con le mani e le gambe, Falcinelli supplica gli agenti”.