Sabato 22 Giugno 2024

Lite per un piede pestato, ucciso a 19 anni Fermato un giovane legato alla camorra

Migration

È un 20enne il giovane che la notte tra domenica e lunedì scorsi, a Napoli, ha ucciso, per futili motivi, Francesco Pio Maimone (foto), 19 anni, raggiunto da un colpo di pistola al petto mentre si trovava nei pressi di un chioschetto del lungomare partenopeo. Al giovane, fermato dalla squadra mobile e interrogato in Questura, viene contestato l’omicidio volontario con l’aggravante mafiosa. Si tratta di Francesco Pio Valda, esponente di una famiglia di camorra ben nota. Il padre dell’indagato, Ciro, fu ucciso 10 anni fa in un agguato di camorra. Determinanti i testimoni e la videosorveglianza. Ieri, a Casal di Principe, anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricordato il grave episodio. La vittima non aveva nulla a che fare con quella lite, scoppiata per un piede pestato oppure per una bevanda versata sulle scarpe (non è ancora chiaro).