Infermiera e neonato (foto d'archivio)
Infermiera e neonato (foto d'archivio)

Vicenza, 21 gennaio 2019 - Dramma a Lisiera di Bolzano Vicentino (Vicenza), dove una neo mamma in un raptus ha gettato a terra la bambina di tre giorni per poi tentare il suicidio. La neonata è morta all'ospedale di San Bortolo di Vicenza. 

Ora fonti vicine agli investigatori rivelano che il padre ha raccontato di aver sentito un primo tonfo sordo, poi le urla della moglie, e di seguito un secondo tonfo. Quanto è entrato nella stanza la moglie si è rifugiata nel bagno, cercando di uccidersi. 

A lanciare l'allarme era stato proprio il marito della donna e padre della bimba. Madre e figlia sono state immediatamente soccorse ma la piccola non ha superato la notte. E' morta all'alba nel reparto di terapia intensiva dove era stata ricoverata. 

La donna, che si è ferita alla gola con un coltello, è attualmente agli arresti, piantonata nel reparto di psichiatria: le sue condizioni fisiche non sono gravi. Massimo riserbo sulle indagini da parte dei carabinieri della compagnia di Thiene ( Vicenza). All'origine del gesto della 41enne forse una crisi post-partum: quando ha lanciato la figlia stava allattando. Ma secondo le informazioni raccolte finora la donna non aveva mai manifestato segni di squilibrio.