La critica Lea Vergine (Fotogramma)
La critica Lea Vergine (Fotogramma)

Milano, 20 ottobre 2020 - E' morta all'età di 84 anni la critica d'arte Lea Vergine. La notizia arriva all'indomani di quella della scomparsa a 88 anni del marito Enzo Mari, tra i più celebri designer italiani. I due erano ricoverati nello stesso ospedale e sarebbero morti per le conseguenze del Coronavirus.

Nata a Napoli nel 1936, all'anagrafe Lea Buoncristiano, si era trasferita a Milano negli anni '70 insieme a Enzo Mari. I due, entrambi coniugati, si erano conosciuti ed erano andati a convivere, per questo furono accusati di concubinaggio da cui la scelta di lasciare la città campana (si sposeranno nel 1978, ndr).

E' stata una figura di spicco per l'arte aprendo la strada in Italia alle arti performative e all'affermazione di autrici femminili. Collaboratrice di vari giornali, ha pubblicato numerosi saggi sulla body art come 'Il corpo come linguaggio. Body art e storie simili' (2000, Skira). 'Attraverso l'Arte. Pratica politica. Pagare il '68', 'Dall'Informale alla Body Art. Dieci voci dell'Arte Contemporanea: 1960/1970', 'L'altra metà dell'avanguardia. 1910-1940'. 'L'arte non e' faccenda di persone perbene. Conversazione con Chiara Gatti'.