Martedì 23 Aprile 2024

Le misure del governo Lo sconto benzina rimarrà fino a Natale Pane e pasta, Iva giù

Al lavoro sul decreto aiuti bis a Palazzo Chigi entro fine settimana. Prima Draghi vuole illustrare ai sindacati i provvedimenti

Migration

di Antonio Troise

Taglio dell’Iva sui prodotti alimentari, arrivando perfino ad annullare l’aliquota per beni come pane e pasta, bis del bonus una tantum di 200 euro per circa 31 milioni di italiani, congelamento delle accise che pesano sui prezzi di super e diesel per ridurre il costo del piano di almeno 30 centesimi al litro. Mancano gli ultimi dettagli ma il governo sta già lavorando al decreto aiuti bis che dovrebbe arrivare entro la settimana sul tavolo di Palazzo Chigi. Prima, però, Draghi vuole illustrare le misure ai sindacati: il vertice è già in programma per mercoledì. La dote a disposizione dell’esecutivo si attesta sui 10 miliardi. Intanto sale la tensione sul fronte del gas. La Russia ha deciso una ulteriore riduzione delle forniture verso la Germania e il prezzo è di nuovo schizzato a 170 euro. Ma, per la prima volta, la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, apre all’ipotesi, particolarmente caldeggiata dall’Italia, di un prezzo massimo per il gas. Il governo dovrebbe prorogare per altri tre mesi l’alleggerimento degli oneri di sistemi che gravano sulle bollette. Il decreto sbloccherà anche la norma su "de minimis" che aveva bloccato i crediti di imposta per le imprese. Una "svista" tecnica che dovrebbe essere corretta.

IVA

Una boccata d’ossigeno contro il carovita. Nel decreto aiuti potrebbe prendere posto, come anticipato la viceministra all’Economia, Laura Castelli, in un’intervista a Qn, il taglio alle aliquote Iva sui beni di prima necessità. Si punta soprattutto sugli alimentari. Quasi certo il taglio dell’aliquota dal 10 al 5% su carne e pesce. Ma l’imposta potrebbe essere azzerata per beni come il pane e la pasta: oggi l’aliquota è al 4%. Il taglio potrebbe durare 2-3 mesi per un costo complessivo di 6 miliardi.

BENZINA

Nel nuovo decreto aiuti potrebbe trovare posto anche una nuova proroga del taglio di 30 centesimi delle accise sui carburanti. Lo sconto è stato recentemente prorogato fino al 21 agosto ma "si sta lavorando per arrivare fino alla fine dell’anno", ha spiegato ieri Castelli.

BONUS 200 EURO

Prende quota l’ipotesi di un bis per il bonus di 200 euro. In un primo momento la misura era alternativa al taglio dell’Iva. Ora, anche per venire incontro alle richieste dei sindacati, si sta prendendo in considerazione l’ipotesi di una sua riedizione.

GAS

Aumentano, invece, i timori sul fronte del gas. Ieri, Gazprom, ha annunciato una nuova riduzione del 20% delle forniture per il North Stream 1, la più importante infrastruttura europea per il trasporto di questa fonte energetica. Il taglio avrà forti ripercussioni soprattutto in Germania. Ufficialmente, il taglio è collegato al cattivo funzionamento di una turbina. Dopo l’annuncio di Gazprom, il prezzo del gas alla Borsa di Amsterdam è volato fino a 174,50 euro al Mwh per poi assestarsi a quota 170, con un rincaro che sfiora il 9%. Intanto si apre uno spiraglio su un tetto europeo al prezzo del gas che arriva da Mosca. "I leader Ue hanno chiesto alla Commissione di prendere in considerazione un tetto massimo per il prezzo del gas importato – ha annunciato ieri la presidente dell’esecutivo comunitario, Ursula von der Leyen – siamo ben consapevoli delle difficoltà incontrate dalle famiglie".