L’appello di Delpini: "Serve più coraggio, l’unico antidoto all’epidemia della paura"

Il coraggio come antidoto all’”epidemia della paura”. L’appello all’impegno civico e politico

L’appello di Delpini: "Serve più coraggio, l’unico antidoto all’epidemia della paura"
L’appello di Delpini: "Serve più coraggio, l’unico antidoto all’epidemia della paura"

Milano, 7 dicembre 2023 – Il coraggio come antidoto all’"epidemia della paura". L’appello all’impegno civico e politico, anche in vista delle prossime europee e per affrontare il "fattore migrazione con fiducia": "Europa pensaci, Europa svegliati, Europa apri la tua mente e costruisci il tuo futuro". Con questo appello l’arcivescovo Mario Delpini si è rivolto ai milanesi e alle autorità nel suo “Discorso alla Città“, alla vigilia di Sant’Ambrogio.

Al centro del messaggio "la crisi demografica", "che fa invecchiare e forse contribuirà al declino, se non alla scomparsa, della nostra civiltà", la tendenza di "sottrarsi alle responsabilità" per una "cautela irrazionale alimentata dalla paura". "Il coraggio uno se lo può dare" dice l’arcivescovo ribaltando una frase del poco temerario Don Abbondio ne I Promessi Sposi. Invita a "reagire alla mediocrità e alla rassegnazione" e a creare "alleanze costruttive".

"Dalle parole dell’arcivescovo viene sempre un grande insegnamento, quest’anno di più", il commento del sindaco di Milano, Giuseppe Sala: "É un discorso spirituale e politico. Io mi sento italiano ma la mia patria è l’Europa, saranno molto importanti queste elezioni e andare a votare". "Mi è piaciuto il passaggio sui giovani – sottolinea il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana –. È assurdo che ai ragazzi prospettiamo un futuro sempre pieno di incognite".

Simona Ballatore