Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
9 gen 2022

La prima donna a guidare i bus Superò anche i pregiudizi

9 gen 2022
nino femiani
Cronaca

di Nino Femiani Addio a Giulia Solomita, la "Rosa Parks" del volante, la donna che riuscì a scalfire il monopolio maschile al volante di un autobus. È morta a 85 anni nella natìa Satriano di Lucania (Potenza) e il suo nome andrebbe ricordato nei libri perché riuscì con la sua tenacia a essere la prima a ottenere una patente della categoria "D pubblica". Giulia dovette scalare montagne per ottenere la sospirata patente. Dovette dimostrare di essere più brava degli uomini e vincere pregiudizi e diffidenze da parte degli esaminatori che storcevano la bocca vendendola sul sedile del guidatore. Tutto nacque dalla necessità. Giulia, che allora aveva 25 anni, gestiva con il marito la ditta di autolinee Camera. Era il 1962 e i due avvertivano nell’aria il boom che li spingeva a ingrandirsi e ad acquistare nuovi bus. Ma non potevano pagare un altro autista, così Giulia decise: "Guido io, prendo la patente D". In quegli anni, la mentalità del Sud era molto conservatrice e Giulia dovette vincere luoghi comuni e sarcasmi. "Andavo alla scuola-guida di pomeriggio, a giorni alterni – ha raccontato in occasione del suo ottantesimo compleanno – ma non è stato semplice. Essendo la prima donna che chiedeva di fare l’esame, nessuno si voleva prendere la responsabilità di esaminarmi. Così ogni volta l’ingegnere della Motorizzazione mi rimandava a una nuova data, e dovevo attendere altri 40 giorni. Ogni volta vedevo i candidati uomini che superavano la prova. Ma non mi sono abbattuta, anzi forse ho preso io per sfinimento l’ingegnere". Un esame che non fu facile. "Mi fecero un bel po’ di domande poi mi misero un motore davanti e mi chiesero di smontarlo. Lo feci. Ma quella era solo la teoria. Poi c’era la pratica". Dove le avevano piazzato il trappolone: guidare un bus davanti a una scuola ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?