Sabato 15 Giugno 2024

Iran, il regime condanna la figlia dell’ex presidente

Migration

Faezeh Hachemi Rafsanjani (nella foto), figlia dell’ex presidente iraniano Akbar Hachemi Rafsanjani, è stata condannata a 5 anni di carcere. Ex deputata e militante per i diritti delle donne, la donna, 60 anni, era stata arrestata il 27 settembre a Teheran e rinchiusa nel carcere di Evin per aver incitato le persone a unirsi alle proteste scoppiate dopo la morte in custodia di Mahsa Amini. La magistratura iraniana l’ ha accusata di "collusione contro la sicurezza del Paese, propaganda contro il sistema della Repubblica islamica e disturbo dell’ordine pubblico per aver partecipato a raduni illegali". La sentenza ha fatto sapere il suo legale, "non è definitiva". Il Segretario generale del Servizio europeo per l’azione esterna Stefano Sannino, ha convocato ieri, l’ambasciatore della Repubblica islamica dell’ Iran Hossein Dehghani per ribadire la forte costernazione dell’Ue per l’esecuzione, il 7 gennaio, di Mohammad Mehdi Karami e Seyyed Mohammad Hosseini, arrestati e condannati a morte in relazione alle proteste

in corso in Iran.