Giovedì 16 Maggio 2024
VALENTINA REGGIANI
Cronaca

Inferno in autostrada. Un Flixbus partito da 2 ore si schianta contro guardrail. Muore passeggero 19enne

Sei feriti sul pullman, uno grave. Conducente negativo ai test per alcol e droga. La vittima era uno studente dell’Università per stranieri di Perugia. .

Inferno in autostrada. Un Flixbus partito da 2 ore si schianta contro guardrail. Muore passeggero 19enne

Inferno in autostrada. Un Flixbus partito da 2 ore si schianta contro guardrail. Muore passeggero 19enne

Il viaggio verso la Capitale con 46 passeggeri a bordo era iniziato due ore prima. All’improvviso il rumore, fortissimo, delle lamiere ‘schiacciate’ contro il guard rail e a seguire soltanto grida e disperazione. Terribile incidente intorno alle due di domenica notte sull’autostrada del Sole, tra Modena Sud e Valsamoggia, al km 174 Sud all’altezza di San Cesario. A perdere improvvisamente il controllo, per cause al momento sconosciute è stato l’autista di un bus Flixbus, partito due ore prima da Milano.

Il mezzo ha iniziato a sbandare per poi schiantarsi improvvisamente contro la barriera laterale e una parte della barriera anti rumore è penetrata all’interno della corriera, uccidendo sul colpo un ragazzo congolese di 19 anni. Quando i soccorsi sono arrivati per Vindou Illumine Junior Kersant – studente all’Università per stranieri di Perugia – non c’era più nulla da fare. Sembra che fosse di ritorno da una visita ad alcuni parenti a Milano. Accanto a lui un’amica o forse la fidanzata sotto choc per l’accaduto. Altre sei persone sono rimaste ferite nello schianto. È stato un finanziere, tra i passeggeri del bus, a chiamare i soccorsi. "Dopo l’impatto – ha raccontato – il pullman ha proseguito il senso di marcia senza freni e ci sono arrivati addosso i vetri. Temevo stessimo precipitando in un burrone, c’era buio". L’autista, 47 anni di Alatri (Frosinone), è rimasto illeso nell’impatto mentre sono gravi le condizioni dell ‘aiuto conducente’, un 58enne di Cassino ricoverato in Rianimazione all’ospedale Maggiore di Bologna.

L’autostrada è rimasta chiusa per tutta la durata delle operazioni. Le indagini non escludono le ipotesi sempre avanzate di fronte ad incidenti di questo tipo: un colpo di sonno, una manovra azzardata di un automobilista o un guasto meccanico. L’autista del bus è risultato negativo sia al test per l’alcol che per la droga. Dai primi accertamenti emergerebbe pure che l’uomo, al momento dell’impatto, non stava parlando al telefonino. Il legale dell’autista ha sottolineato inoltre che la verifica della velocità ha stabilito che il bus non superava i limiti stabiliti per quel tratto di autostrada. "Siamo profondamente scossi ed addolorati – ha dichiarato Flixbus in una nota – per quanto accaduto e rivolgiamo i nostri pensieri e preghiere alla famiglia e agli amici della vittima. Il nostro pieno sostegno va ai passeggeri e agli autisti colpiti da questo incidente".