Sabato 20 Luglio 2024

Incidente nel Palermitano, muore bimba di 3 anni: il padre guidava senza patente, aveva bevuto

Villabate: l’auto è finita contro un muro. Non era assicurata. Illesi l’uomo, la madre della bambina e il fratellino gemello

I carabinieri sul luogo dell'incidente a Villabate (Ansa)

I carabinieri sul luogo dell'incidente a Villabate (Ansa)

Palermo, 7 luglio 2024 – Non avrebbe potuto guidare Rosario Brusa, fabbro di 40 anni, che questa notte è finito con l’auto contro un muro a Villabate, comune alle porte di Palermo. L’incidente è costato la vita alla figlia Aurora di 3 anni. Al momento dell'incidente , la piccola era in braccio alla mamma, come avrebbe riferito la donna a una parente.

Approfondisci:

Aurora morta a Villabate (Palermo), chi guidava l’auto? Tasso alcolemico per madre e padre sopra 1,2

Aurora morta a Villabate (Palermo), chi guidava l’auto? Tasso alcolemico per madre e padre sopra 1,2

E’ successo in via Natta intorno alle 3.30. Secondo quanto finora ricostruito dai carabinieri di Misilmeri l’uomo, alla guida di una Volkswagen Polo, ha perso il controllo del mezzo in uscita da una curva, vicino a un sottopasso dell’autostrada, andando a schiantarsi contro un muro: aveva un tasso alcolemico superiore al consentito (0,5 mg/L). La sua patente era stata ritirata e l’auto non era assicurata.

La famiglia Brusa stava rientrando da una serata trascorsa in una pizzeria sul lungomare di Aspra. Nello schianto il padre ha riportato qualche contusione, così come la madre della piccola, il gemello di Aurora e il fratello quattordicenne, che aveva da poco chiamato i genitori perché la batteria del proprio scooter elettrico si era scaricata mentre si trovava a Ficarazzi, a pochi chilometri da Villabate, e non poteva fare ritorno a casa. Inutile l’intervento del 118 per la bambina, che è morta durante il trasporto d’urgenza all’ospedale Buccheri La Ferla. 

Villabate, carabinieri e giornalisti in via Natta (Ansa)
Villabate, carabinieri e giornalisti in via Natta (Ansa)

Le indagini dovranno fare piena luce sulla dinamica dell’accaduto ma al momento sembra che non vi siano altri veicoli coinvolti. Al setaccio le immagini delle videocamere di sorveglianza della zona. Sul corpicino della bimba la procura ha disposto l’autopsia. Ora la salma si trova all’istituto di medicina legale di Palermo. 

Il sopralluogo dei carabinieri (Ansa)
Il sopralluogo dei carabinieri (Ansa)

A Villabate ricordano che due anni fa lo stesso automobilista, a bordo di una Fiat Punto, alle dieci del mattino finì contro quattro auto parcheggiate in viale Europa. Adesso rischia la denuncia per omicidio stradale. “Siamo davvero sconvolti per quanto successo - dice il sindaco Gaetano Di Chiara - Una notizia che non vorremo mai ricevere. Esprimo il cordoglio della comunità. Quanto successo deve fare molto riflettere sui rischi che si corrono quando ci si mette alla guida”.

Salvini: “Quanta incoscienza”

Il drammatico episodio è stato commentato anche dal ministro delle infrastrutture Matteo Salvini.  "Quanta irresponsabilità, quanta incoscienza... Non si può morire così”, ha scritto sui social il vicepremier. “Rinnovo l'appello al Parlamento affinché approvi definitivamente il nuovo Codice della Strada (ora al Senato dopo l'ok della Camera): ognuno deve fare la propria parte per contrastare l'inaccettabile strage sulle strade italiane”.