Domenica 23 Giugno 2024

Spaventoso incidente a Bitonto, morti 4 giovanissimi. Chi sono le vittime

Erano a bordo di un Opel Corsa che si è scontrata con un’altra auto. Lo strazio dei familiari davanti ai corpi. Gravi anche i due ragazzi che viaggiavano sulla Renault Scenic

Scontro tra due auto a Bitonto, morti 4 giovani (Ansa)

Scontro tra due auto a Bitonto, morti 4 giovani (Ansa)

Bari, 26 aprile 2023 – Strage di giovani in un incidente avvenuto ieri sera sulla provinciale 231, vicino Bitonto, in provincia di Bari. 

Nello scontro fra due auto sono morti quattro ragazzi, tra i 16 e i 25 anni: le vittime, tutte di Bitonto, erano a bordo di una Opel Corsa, finita fuori strada. Gravi anche gli occupanti della Renault Scenic coinvolta nel frontale, anche loro giovani, anche loro di Bitonto. 

E’ successo intorno alle 22.15 del 25 aprile. Tutta da chiarire la dinamica dell’incidente. Di certo non hanno aiutato le condizioni della provinciale, buia e senza spartitraffico. Subito sul posto sono accorsi i familiari delle vittime: i corpi ancora giacevano sull’asfalto. Una scena straziante. 

Chi sono le vittime 

La vittima più giovane aveva 16 anni, si chiamava Lucrezia Natale. Con lei sono morti Floriana Fallacara, animatrice di 20 anni, il suo fidanzato Tommaso Ricci di 23 anni, elettricista noto in zona, e Alessandro Viesti di 24, che lavorava nella tabaccheria di famiglia, in una delle strade principali di Bitonto. 

Nella Renault c’erano invece una ragazza di 19 anni e il suo fidanzato di qualche anno più grande, sopravvissuti all’impatto. Lei è stata sottoposta a intervento chirurgico nella notte  all’ospedale ‘Di Venere’ di Bari per le fratture riportate alla gamba e al braccio destro: ora si trova nel reparto di rianimazione. Anche il ragazzo è ricoverato in intensiva, al Policlinico. Ha riportato un trauma complesso, con fratture multiple ed è al momento intubato. La prognosi è riservata.

“Lucrezia, ora sei il mio angelo”

“Mi mancherai profondamente sorella mia – scrive sui social Francesco Natale, 32 anni, fratello di Lucrezia, 16 anni, studentessa del liceo Sylos di Bitonto –, ti porto nel profondo del mio cuore. Non c'è morte, c'è cambiamento”. “Il giorno in cui sei nata sono diventato fratello. Il giorno della tua morte sei diventata il mio angelo custode”. “Mia sorella è stata il regalo che non ho mai chiesto – racconta –  ma che ho sempre desiderato. Una sorella ti completa la vita, non importa dove sia. Cara sorella sei stata la mia anima gemella e farai sempre parte di me. Non ti dimenticherò mai”. 

Lutto a Bitonto

Sotto choc l’intera comunità di Bitonto che proclamerà lutto cittadino nel giorno dei funerali. “E’ un momento di atroce sofferenza per le giovani vite stroncate in un modo così tragico – ha detto Francesco Paolo Ricci, sindaco–. Tutti avevano l'età delle mie figlie, non si può morire così: avvertiamo il bisogno di stringere le famiglie in un corale, silenzioso e commosso abbraccio”.