Nella metro ai tempi del Covid (Ansa)
Nella metro ai tempi del Covid (Ansa)

Roma, 15 ottobre 2020 - Molto si è discusso in questi mesi di pandemia Coronavirus sull'immunità di gregge. Se ne parlò in Gran Bretgana prima che Boris Johnson si ammallsse a sua volta. Se n'è parlato a proposito del modello-Svezia. Oggi intervengono 80 scienziati di tutto il mondo i quali affermano che l'idea di arrestare il virus raggiungendo l'immunità di gregge è un errore pericoloso, non supportato da alcuna evidenza scientifica.

Fondazione Gimbe: casi raddoppiati

Dal boom all'estinzione: così muoiono i virus

Tenere sotto controllo la diffusione del virus - mettendo in atto delle regole da rispettare - è invece il modo migliore di proteggere società ed economia fino all'arrivo di terapie e vaccini efficaci ed evitare nuovi lockdown. E', questa appunto, la voce unanime di 80 scienziati di tutto il mondo e di varie competenze scientifiche tra cui epidemiologi, pediatri, virologi, psicologi, che hanno stilato la lettera aperta 'John Snow Memorandum', pubblicata oggi su The Lancet; la lettera sarà anche presentata al 16° World Congress on Public Health programme 2020.

Scuola: quasi 6mila studenti positivi

Secondo il gruppo "è fondamentale agire con decisione e urgenza" e occorre "implementare e ampliare misure efficaci in grado di controllare la trasmissione del virus" ma anche "supportare programmi finanziari e sociali che incoraggino le risposte della comunità e affrontino le disuguaglianze che sono state amplificate dalla pandemia".

Coronavirus Italia, il bollettino del 15 ottobre