2 gen 2022

Il vescovo conservatore che sfidava il Papa

Morto monsignor Negri, amico di Benedetto XVI, è stato un oppositore di Francesco. Fu artefice della rinascita di Comunione e Liberazione

cristiano bendin
Cronaca
Monsignor Luigi Negri, scomparso ieri a 80 anni, è stato vescovo di San Marino e poi di Ferrara
Monsignor Luigi Negri, scomparso ieri a 80 anni, è stato vescovo di San Marino e poi di Ferrara
Monsignor Luigi Negri, scomparso ieri a 80 anni, è stato vescovo di San Marino e poi di Ferrara

di Cristiano Bendin È morto l’altra sera, nella casa di cura ’Sacra Famiglia’ di Cesano Boscone (Milano), dove era ricoverato da alcuni giorni, monsignor Luigi Negri, arcivescovo emerito di Ferrara-Comacchio e a lungo esponente di spicco di Comunione e Liberazione. Aveva compiuto 80 anni il 26 novembre scorso. Spesso al centro di aspre polemiche per le sue posizioni giudicate conservatrici, è stato per anni punto di riferimento dell’ala cattolica italiana tradizionalista e più critica nei confronti del magistero di Papa Francesco. Allievo e collaboratore di monsignor Giussani, negli anni Sessanta don Negri era entrato a far parte di Gioventù Studentesca ed è stato tra i protagonisti della crescita di Comunione e Liberazione. Nel movimento al quale aveva dedicato tutta la vita, tra discussioni e divisioni interne ha rappresentato fino agli ultimi giorni una posizione critica anche nei confronti della gestione di Julián Carrón, recentemente dimessosi da presidente della Fraternità di Cl. Considerato politicamente vicino al centrodestra, Negri è stato certamente un fiero oppositore del comunismo e non ha risparmiato critiche alla sinistra, specie sul tema dell’accoglienza dei migranti. Quando Berlusconi finì nei guai per il caso Ruby, l’arcivescovo dichiarò che "non si era mai vista una magistratura muoversi con la prepotenza con cui lo sta facendo oggi". E giù polemiche. Tra i primi messaggi di cordoglio, non a caso, quello del sindaco leghista di Ferrara, Alan Fabbri: "Lo ricorderò come grande esponente del pensiero forte che ha sempre sostenuto le proprie idee nella disponibilità al confronto, ma anche nella fiera determinazione del proprio credo". E Vittorio Sgarbi: "Era un illuminato. Gli altri parlano di uomini, lui parlava di Dio in tutta la sua grandezza". Voce critica dentro la Chiesa, devoto di san Giovanni Paolo II e amico personale di Benedetto XVI, Negri appoggiò i dubia espressi da Carlo Caffarra e da altri ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?