Mercoledì 22 Maggio 2024

Sulla bara di Maurizio Costanzo anche la foto del gatto Filippo: erano inseparabili

Al funerale l'immagine del certosino sul feretro accanto a quella del giornalista

L'immagine di Maurizio Costanzao e quella del gatto Filippo sopra la bara

L'immagine di Maurizio Costanzao e quella del gatto Filippo sopra la bara

Roma, 27 febbraio 2023 - Non è sfuggita agli attenti osservatori la foto di Filippo sulla bara di Maurizio Costanzo. Filippo è un gatto certosino, compagno fidato del giornalista, che non lo mollava mai. Nella Chiesa degli Artisti a Roma durante il funerale, oltre alla foto di Costanzo, c'era anche un'immagine del micio, plastificata, appoggiata sul legno del feretro. La stessa immagine era comparsa nei giorni scorsi anche nella camera ardente. 

Maurizio Costanzo era appassionato di animali, come lo è Maria De Filippi. Lo ha ricordato anche don Walter Insero, rettore della basilica, che ha celebrato le esequie: "Aveva un grande amore per gli animali", per il gatto Filippo e anche "per le altre creature viventi con cui si sentiva in armonia", ha detto Insero nell'omelia.

Filippo, 8 anni, viveva nell'ufficio di Costanzo (per incompatibilità con in cani di casa). Di fatto stava con lui sempre, perché Costanzo passava più tempo a lavorare che altrove. "Ama stare al caldo - raccontava di lui Costanzo in un servizio di 'Dalla parte degli animali' - possibilmente dorme, gioca se ha voglia di giocare, se muove la coda vuol dire che gli girano le palle. E se avessi la coda la muoverei anche io".

 "Se potessi vivrei con 5 scimmie e una decina di pinguini e così vivrei bene", ammetteva. Scherzando, ma non poi così tanto.  "Mi sento più simile a un cane - spiegava il conduttore - ma Filippo in questi anni mi ha fatto capire come sono i gatti". Alla fine il legame tra uomo e felino sembrava diventato indissolubile. Tanto che qualcuno di molto vicino a Costanzo ha pensato che ad accompagnarlo nell'altra vita dovesse esserci anche il suo amato Filippo.