Giovedì 30 Maggio 2024

Fondo di 2 milioni per le famiglie

Enel Green Power istituisce un fondo di due milioni di euro per le vittime dell'incidente a Bargi. L'azienda fornisce assistenza immediata e supporto alle famiglie colpite. I lavori di aggiornamento tecnologico erano in corso con aziende leader nel settore.

Enel Green Power, "a seguito del grave incidente occorso nella centrale di Bargi, nel Bolognese, ha istituito un fondo immediato di due milioni di euro per consentire alle persone coinvolte e alle loro famiglie di far fronte alle prime necessità e urgenze". È quanto specifica l’azienda in una nota all’indomani della tragedia che è avvenuta nel suo impianto idroelettrico sul lago di Suviana. "Fin dalle prime ore dell’accaduto, Enel Green Power si è adoperata per fornire l’assistenza, attraverso l’invio sul posto e presso gli ospedali dove sono ricoverati i feriti, di un team di psicologi, la messa a disposizione di camere d’albergo e sostegno logistico per i nuclei famigliari coinvolti. Enel Green Power – conclude la nota – sarà vicina in ogni modo ai feriti e alle famiglie delle vittime".

Nella centrale i lavori erano stati pianificati già dal 2022 e, dato l’elevato grado di specializzazione – si tratta di un aggiornamento tecnologico –, ci si era affidati ale aziende leader nel settore riconosciute in modo universale, Siemens, Voith e Abb. Ne consegue, precisano i vertici di Enel Green Power, che le persone al lavoro nell’impianto, quando è successo l’evento tragico, sono persone che lavorano per queste aziende oltre che per Enel Green Power.