Sabato 20 Aprile 2024

Falciò e uccise Rebellin. No al patteggiamento: camionista a processo

Il camionista tedesco Wolfgang Rieke ha visto respinto per la seconda volta il tentativo di patteggiare la pena per aver travolto e ucciso l'ex campione di ciclismo Davide Rebellin. Il Tribunale di Vicenza ha deciso che si andrà a regolare processo, senza sconti per il delitto di omicidio stradale con aggravante della fuga.

Falciò e uccise Rebellin. No al patteggiamento: camionista a processo

Falciò e uccise Rebellin. No al patteggiamento: camionista a processo

Respinto per la seconda volta il tentativo di patteggiare la pena di Wolfgang Rieke, il camionista tedesco di 63 anni che nel 2022 travolse e uccise a Montebello Vicentino con il proprio tir l’ex campione di ciclismo Davide Rebellin (nella foto). Si andrà dunque a regolare processo. Dopo il primo rigetto del febbraio scorso in udienza preliminare, il Tribunale di Vicenza ha ribadito il suo no a qualunque sconto per quel delitto. Il camionista subirà un regolare processo a partire dal 27 maggio prossimo. È probabile che la sentenza arrivi in breve tempo, visto che non vi è nessun testimone di quanto accaduto e tra i primi saranno sentiti i due consulenti tecnici di accusa e difesa. A pesare sulla decisione anche il fatto che per Rieke – imputato di omicidio stradale – sia stata ipotizzata l’aggravante della fuga. Dopo aver investito il ciclista, l’uomo è rimasto circa 15 minuti a pochi metri dal corpo esanime di Rebellin, preoccupandosi solamente di cancellare le tracce di sangue più evidenti