Stefano Battiato (secondo da destra) e Francesca Reale si sposarono nel 2017. Testimone di lei l’ex governatore siciliano Lombardo
Stefano Battiato (secondo da destra) e Francesca Reale si sposarono nel 2017. Testimone di lei l’ex governatore siciliano Lombardo

Viviana

Ponchia

Avrebbero potuto accontentarsi di una separazione come tante, hanno alzato il tiro. A Lentini due coniugi in rotta da un anno e mezzo si affrontano per diventare sindaco. E per rendere ancora più incandescente la situazione scendono entrambi in campo in area centrodestra. L’avvocato Stefano Battiato e la ormai ex moglie Francesca Reale sono riusciti a creare la tempesta perfetta. Si smarcano chiedendo che l’attenzione si concentri sulla politica e non sugli affari famigliari. Ma come si fa. Non nutro sentimenti di sfida, dice lui. Per me Battiato è un candidato come tutti gli altri, dice lei.

E intanto c’è già chi parla di "Guerra dei Roses", un trauma cinematografico che ha segnato generazioni. Nel film la fine dell’amore coniugale viene portato alle estreme conseguenze per fini didascalici. Kathleen Turner non vuole semplicemente divorziare da Michael Douglas: lo vuole morto. "Perché – spiega – quando ti guardo mentre mangi, dormi o anche solo mentre ti guardo, mi viene una gran voglia di spaccarti la faccia". In casi simili il tribunale non basta. Lei gli fa credere che nel paté c’è il cane e lui le ammazza il gatto. Lei lo chiude in sauna e lui le sega i tacchi delle scarpe. Lei gli sfascia l’auto d’epoca e lui fa pipì sul pesce. Fra incendi e genitali morsicati finiscono appesi al lampadario e da lì precipitano sul pavimento palladiano. Non ci sono né vincitori né vinti, solo diversi gradi sconfitta. Questo va sempre tenuto presente.