Lunedì 15 Aprile 2024

Droga e telefonini fatti entrare in carcere. Arrestata ex direttrice

26 persone, tra cui l'ex direttrice del carcere e l'ex comandante della polizia penitenziaria, sono state arrestate nell'operazione "Open gates". Sono accusate di vari reati, tra cui associazione per delinquere e corruzione. L'inchiesta ha rivelato la complicità di due gruppi criminali all'interno del carcere, impegnati nel traffico di droga e nella vendita di sim card e telefoni cellulari. Sono state trovate anche carte di credito prepagate con operazioni per decine di migliaia di euro.

Droga e telefonini fatti entrare in carcere. Arrestata ex direttrice

Droga e telefonini fatti entrare in carcere. Arrestata ex direttrice

Ci sono anche l’ex direttrice del carcere, Angela Paravati (foto), di 59 anni, e l’ex comandante della polizia penitenziaria, Simona Poli, di 46, tra le 26 persone arrestate nell’ambito dell’operazione "Open gates" eseguita dai carabinieri e dalla stessa polizia penitenziaria. Gli indagati nell’inchiesta sono, complessivamente, 76. Paravati aveva lasciato la direzione nel settembre del 2022 dopo 12 anni. Le vengono contestativari reati che vanno dal concorso esterno in associazione per delinquere e dal falso alla falsità ideologica e alla corruzione. L’inchiesta ha portato alla scoperta che nel carcere si erano costituiti, senza che né l’ex direttrice e né la polizia penitenziaria intervenissero, anzi con la loro complicità, due gruppi criminali, uno dedito al traffico di stupefacenti e l’altro allo smercio di sim card e telefoni cellulari. Tra l’altro, una perquisizione effettuata nel carcere aveva portato al ritrovamento di due carte di credito prepagate sulle quali, in quattro mesi, sono risultate operazioni per 35mila euro su una e per 15mila euro sull’altra.