Lunedì 17 Giugno 2024

Meteo: neve a Bologna, maltempo in Liguria. Previsioni aggiornate e mappa

Allerta in 11 regioni, saranno 24-36 ore critiche per il maltempo. Tratti di autostrada chiusi in Liguria. Bora a Trieste

Roma, 1 marzo 2023 - Colpo di coda dell'inverno su mezza Italia. La neve è scesa fin da stamane a bassa quota in Emilia e Marche, con i fiocchi che si sono intensificati intorno all'ora di pranzo, localmente anche in pianura: un'ora di precipitazioni intense, prima del miglioramento. Nevicate a Bologna e Modena, con i fiocchi che hanno attecchito disegnando per qualche ora un paesaggio inedito negli ultimi anni. Imbiancate anche le colline marchigiane sotto i 400 metri. Molte le regioni interessate dal maltempo, con un vortice in risalita dalla Sardegna che ha portato pioggia e vento soprattutto al centro e al Nord, a esclusione dei rilievi alpini. Vento forte in Liguria, dove questa mattina sull'autostrada  A10 Genova-Savona è stato disposto il divieto di transito a telonati, furgonati e caravan nel tratto compreso tra l'allacciamento con l'A26 a Genova Voltri e Varazze in entrambe le direzioni. Le raffiche in quella zona hanno toccato i 98 chilometri orari (fonte Arpal). Burrasca sui rilievi: al Lago di Giacopiane punte di 141 km/h, al Porto Antico di Genova i 91. Miglioramenti si sono registrati nel pomeriggio.  Ieri è stata diramata l'allerta meteo per 11 regioni: arancione in Emlia-Romagna, gialla su Abruzzo, Basilicata, Campania, Marche, Molise, Puglia, Umbria e su alcuni settori di Calabria, Lazio e Sardegna. Disagi anche in Friuli, con la Bora che soffia su Trieste a 120 orari. Secondo le previsioni di 3B Meteo, il ciclone mediterraneo dovrebbe tenere in ostaggio mezza Italia fino a venerdì. 

Neve in Appennino (Dire)
Neve in Appennino (Dire)
14:24Bora a TriesteLa Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia tiene sotto controllo l'area di Trieste dove sono state registrate raffiche di bora fino a 120 km all'ora, in attenuazione nel pomeriggio. Il Servizio Nue112 del Friuli Venezia Giulia sta registrando, da questa mattina, un elevato numero di chiamate per soccorso tecnico, inoltrate ai Vigili del fuoco dei Comandi di Trieste e di Gorizia. Le segnalazioni riguardano danni causati dal vento forte. Si tratta di 150 chiamate all'ora rispetto alle 70 medie del periodo. L'area di provenienza delle chiamate è quella costiera, in particolare la zona Isontina e Trieste. Nel capoluogo regionale è stata segnalata la caduta di alberi, anche lungo le strade e sul tetto di un'abitazione. Danneggiate anche alcune vetture. Decine gli interventi dei Vigili del Fuoco: una trentina quelli già eseguiti da questa mattina, altrettanti da portare a termine. In queste ore sono cinque le squadre al lavoro sul territorio. A Cividale del Friuli, su attivazione della Polizia locale, i volontari di Protezione Civile sono intervenuti lungo la viabilità di ingresso nord per la rimozione di un grosso ramo rovinato su una automobile posteggiata all'interno della quale non c'erano persone. Sempre a Cividale, a causa delle avverse condizioni meteo, è stata messa in sicurezza dai Vigili del Fuoco in collaborazione con la Protezione civile la copertura parzialmente divelta di un tunnel di protezione di balle di fieno, in prossimità di un istituto educativo.
14:54Allerta gialla in CampaniaLa Protezione Civile della regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo di colore giallo valido dalla mezzanotte fino alle 23.59 di domani giovedì 2 marzo su tutta la Campania ad esclusione delle zone 2, 4, 7 (Alto Volturno e Matese; Alta Irpinia e Sannio; Tanagro). Le precipitazioni riguarderanno in particolar modo i settori ricadenti nella fascia costiera, saranno sparse e potranno assumere carattere di rovescio o temporale. In particolare i fenomeni temporaleschi saranno caratterizzati da rapidità di evoluzione e potranno essere anche intensi. Sono possibili anche grandine, fulmini e raffiche di vento. Si evidenzia la possibilità di caduta di rami o alberi e di danni alle strutture provvisorie esposte alle sollecitazioni dei venti. Rischio idrogeologico da temporali anche con allagamenti, ruscellamenti, scorrimento delle acque nelle sedi stradali, caduta massi o fenomeni franosi in territori fragili. 
15:20Modena, 25 centimetri di neve in AppenninoNevica in tutto l'Appennino fino alle quote collinari, segnala la Provincia di Modena. Sono coinvolti i Comuni della fascia montana con accumuli di oltre 25 centimetri nei territori di Sestola, Fanano e Frassinoro, mentre una decina di centimetri è caduta a quote più basse fino a Casona di Marano e Sassuolo. I tecnici sono al lavoro dalle prime ora di questa mattina con le operazioni di spalata, che proseguiranno per tutta la giornata. Proseguono anche le attività di salatura notturna previste nel pomeriggio e nella serata, al momento tutte le strade sono aperte e transitabili. Attualmente, sulle strade di pianura non sono previste invece attività di pulizia e i tecnici stanno monitorando la situazione per valutare l'eventuale salatura serale, per ridurre il rischio di gelate.
15:40Senigallia, migliora situazione del MisaA Senigallia (Ancona) "il livello del fiume Misa e dei fossi sta lentamente migliorando". Lo fa sapere il Comune: comunque la "Protezione Civile continua a monitorarne l'andamento". I fossi Sant'Angelo, del Trocco e delle Cone, che erano tracimati, sono 'rientrati': nel frattempo erano stati chiusi precauzionalmente, per un brevissimo lasso di tempo, un ipermercato "Sì con te" e il centro commerciale Maestrale che ora possono riaprire regolarmente, riferisce il Comune che stamattina ha aperto il Centro operativo comunale in costanza dell'allerta meteo. Anche la situazione delle strade si va normalizzando dopo chiusure effettuate solo in via precauzionale: "la Statale Adriatica Nord, Via Mattei e Strada della Bruciata sono state riaperte al traffico" e invece il "Lungomare Mameli nel tratto nord resta chiuso per consentire le operazioni di pulizia della carreggiata".
18:41Allerta gialla sulla SiciliaAllerta gialla domani sulla Sicilia e, in particolare, nelle province di Palermo, Trapani e Agrigento. La Protezione civile regionale ha diffuso un avviso per il rischio meteo-idrogeologico ed idraulico, valido dalle 16 di oggi e fino alle 24 di domani, giovedì 2 marzo 2023.
   
   
   
   
   

La mappa di 3B Meteo