ROMA Vanno individuate delle corsie preferenziali negli hub per incentivare le vaccinazioni dei professori e del personale scolastico e universitario che ancora non è stato immunizzato. È quanto ha scritto il commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo (nella foto) in una lettera inviata alle Regioni e alle Province...

ROMA

Vanno individuate delle corsie preferenziali negli hub per incentivare le vaccinazioni dei professori e del personale scolastico e universitario che ancora non è stato immunizzato. È quanto ha scritto il commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo (nella foto) in una lettera inviata alle Regioni e alle Province autonome nella quale è stato fatto il punto in vista della ripresa delle scuole a settembre.

La percentuale di personale scolastico raggiunta finora dalla prima dose, scrive Figliuolo, è pari all’85% sulla media nazionale e ha fatto registrare un incremento dello 0,5% rispetto al 23 giugno scorso. Per rendere però "più omogenee" le percentuali nelle singole regioni, considerando che diverse "rimangono ben al di sotto dell’80% di prime somministrazioni".

Nella lettera, infine, si invitano le Regioni e le Province autonome "ad incentivare le vaccinazione della categoria, considerandola prioritaria e riservandole corsie preferenziali anche presso gli hub vaccinali".

"Proporrei l’obbligatorietà per quegli insegnanti che non si sono ancora immunizzati, come per i medici. Se una persona costituisce un pericolo sociale deve essere allontanata. Stesso discorso vale per gli studenti: i vaccini salvano le vite, di tutti. Quindi bene all’immunizzazione per la fascia che va dai 12 ai 16 anni". Così in un comunicato il presidente nazionale del sindacato DirigentiScuola, che oggi terrà un sit-in sotto al ministero della Pubblica istruzione (Miur) a Roma per ottenere un incontro dal ministro Patrizio Bianchi su ripartenza a settembre e nuovi incarichi. "Basta Dad o sarà disobbedienza civile".

red. int.