17 feb 2022

Ddl fine vita, al via la battaglia a Montecitorio

Riprende oggi alla Camera il disegno

di legge sul fine vita

e si riaccende lo scontro. Compatto e contrario

il centrodestra, rafforzato dallo stop della Corte costituzionale che ha bocciato il referendum sull’eutanasia attiva.

In Aula comincia il voto degli emendamenti:

circa 200, gran parte

del centrodestra.

Quindi la legge va avanti,

anche per il pressing del presidente della Camera, Roberto Fico, sponsor

del provvedimento (nato

da più proposte di legge unificate Pd-M5s). Sull’iter però pesa

il “niet“ del Vaticano che ribalta l’argomentazione: il suicidio medicalmente assistito e l’eutanasia non possono essere "forme

di solidarietà sociale

o di carità cristiana".

La strada appare in salita.

Si potrebbe vedere alla Camera l’epilogo del ddl Zan affossato al Senato, tra gli applausi di gran parte del centrodestra.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?