Roma, 2 gennaio 2021 - Sono quasi dimezzati rispetto a ieri i nuovi casi di Coronavirus in Italia. Lo rivela il consueto bollettino del ministero della Salute e dell'Istituto Superiore di Sanità, dal quale si ricava però che i tamponi sono stati ben 90mila in meno rispetto al giorno precedente (qui tutti i dati dell'1 gennaio). Cosa che fa salire l'indice di positività (cioè il rapporto tra test e positivi trovati) al 17,6%. In calo in numero dei morti. La regione più colpita resta il Veneto, seguito da Emilia Romagna, Lombardia, Lazio e Sicilia.

Bollettino del 2 gennaio

Sono 11.831 i nuovi casi di Coronavirus in Italia a fronte di 67.174 tamponi effettuati (da inizio emergenza ne sono stati fatti 26.823.305). Nelle ultime 24 ore sono stati 364 i decessi, per un totale di 74.985 vittime. Con quelli di oggi diventano 2.141.201 i casi totali di Covid nel nostro Paese. Attualmente i positivi sono 577.062, 551.545 le persone in isolamento domiciliare. Risale il numero dei ricoveri in ospedale, +126 per un totale di 22.948, e quello delle terapie intensive, +16 per un totale di 2.569. I dimessi/guariti sono 1.489.154. 

Tabella Coronavirus in Pdf

News dalle regioni / Veneto

Frena il Covid in Veneto, dove oggi registrano comunque 3.165 nuovi casi di Coronavirus (ieri 4.805). Sono 46 i decessi comunicati nelle ultime 24 ore, 6.675 dall'inizio della pandemia. Stazionaria la situazione dei reparti ospedalieri, con 2.992 ricoervati nelle aree non critiche, 7 in più riapetto a ieri, mentre le terapie intensive calano di una unità a quota 400.

Lombardia

In Lombardia a fronte di 11.758 tamponi effettuati sono 1.402 i nuovi positivi (11,9%). i guariti/dimessi totale complessivo: 402.070 (+626), di cui 3.721 dimessi e 398.349 guariti. 491 ricoverati in terapia intensiva con 4 nuovi. Dimuniscono quelli non in terapia intensiva: 3.293 (-59). I nuovi decessi sono 78 che portato il totale a 25.281. I nuovi casi in provincia di Milano sono 596, di cui 163 a Milano città.

Piemonte

Il Piemonte registra 427 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19, pari al 12,9% dei 3.322 tamponi eseguiti. I decessi sono 11. I pazienti guariti sono complessivamente 168.960 (+ 2904 rispetto a ieri). I ricoverati in terapia intensiva sono 182 (-2 rispetto a ieri), non in terapia intensiva 2.777 (-7 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 23.063, mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 2.033.544(+3.322 rispetto a ieri), 

Emilia Romagna

Resta alto il numero dei nuovi contagiati in Emilia-Romagna: 2.035 casi (ieri 2.629) nelle ultime 24 ore con quasi 5.300 tamponi e un tasso di positività del 38,5% (ma nei giorni festivi si fanno molti meno tamponi). la Regione specifica che "si tratta di un campione ristretto, molto specifico e legato soprattutto a casi nei quali fare il tampone è strettamente indispensabile". Nelle ultime 24 ore sono morte 38 persone in regione, mentre i pazienti in terapia intensiva sono 229 (due in meno rispetto a ieri) e 2.649 quelli negli altri reparti Covid (sei in più). L'età media dei nuovi positivi di oggi è 46 anni. 

Toscana

Contagi in calo anche in Toscana, dove i nuovi casi soo 498 (ieri 589). Sono 5.083 i tamponi in più eseguiti rispetto a ieri, di cui il 9,8% positivo. Sono invece 1.963 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 25,4% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 568 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 10.021, +1,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 964 (11 in più rispetto a ieri), di cui 139 in terapia intensiva (4 in meno). Si registrano oggi purtroppo 20 nuovi decessi: 12 uomini e 8 donne con un'età media di 82,6 anni.

Lazio

L'assesore Alessio D'Amato fa il quadro: oggi su quasi 10 mila tamponi nel Lazio (-4.794) si registrano 1.275 casi positivi (-638), 24 i decessi (+1) e +1.164 i guariti. Diminuiscono i casi mentre aumentano i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 13%. I casi a Roma città scendono a quota 700. I casi di oggi sono 152 in più se confrontati con i casi dello scorso sabato". 

Campania

In Campania da ieri sono 392 i nuovi casi da Coronavirus riscontrati dopo aver analizzato 3.209 tamponi. Si registrano altri 29 morti, che portano il totale delle vittime a 2.893 dall'inizio dell'emergenza. Sono 99 i pazienti attualmente ricoverati in terapia intensiva, mentre i guariti nelle ultime 24 ore sono 676.

Marche

Sono 285 i nuovi contagiati nelle Marche nelle ultime 24 ore (ieri 693), a fronte di 2.091 tamponi processati: 1420 nel percorso nuove diagnosi (di cui 725 nello screening con percorso Antigenico) e 671 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 20,1%). Il rapporto positivi sui tamponi totali è invece è pari al 9%.

Puglia

In Puglia su 2.021 test per l'infezione da Covid-19 sono stati rilevati 344 casi positivi, di cui 114 in provincia di Bari e 139 in provincia di Foggia.  Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.053.380 test, 36.400 sono i pazienti guariti e 53.812 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi nella regione è di 92.703.

Sicilia

Sono complessivamente 734 su 7.497 tamponi processati i nuovi casi di Covid-19 registrati ultime 24 ore in Sicilia, dove il numero complessivo dei positivi sale a quota 34.950. Dal bollettino regionale emerge che le vittime in un solo giorno sono state 28 (2.468 dall'inizio dell'emergenza sanitaria) e i guariti 103. Degli attuali positivi i ricoverati con sintomi sono 1.073, mentre si trovano in terapia intensiva 176 pazienti.

LE ALTRE - In Basilicata si registrano 198 nuovi casi su 1.158 tamponi. Sono 156 i contagi in Alto Adige rilevati su 1.266 tamponi. La provincia Autonoma di Bolzano comunica altri 4 decessi nelle ultime 24 ore. In Friuli Venezia Giulia stati rilevati 379 nuovi contagi su 2.903 tamponi (pari al 13%), mentre decessi sono 18. In Sardegna si registrano 189 nuovi casi e 4 vittime. In Liguria i nuovi positivi sono 203 e i decessi 9. In Valle d'Aosta i nuovi casi sono invece solo 7.

Le ultime notizie

Prosegue a rilento la campagna per il vaccino anti Covid in Italia. Sono oltre 50mila le persone sottoposte a siero nel nostro Paese (solo 332 i vaccinati in Francia). A farsi iniettare il farmaco Pfizer oggi anche il virologo Andrea Crisanti che ha condiviso il momento in diretta Facebook. Si avvicina intanto la data in cui l'Italia dovrebbe uscire dalla zona rossa (escluso il 4 gennaio, unico giorno arancione). Ma cosa succede dal 7 gennaio? Torneranno le fasce e i colori, con la maggior parte delle regioni che si aspetta un rientro in zona gialla. Sono sei, però, quelle che rischiano di subire ulteriori restrizioni. Veneto, Liguria e Calabria potrebbero vedere prolungata la loro permanenza in zona rossa. Puglia, Basilicata e Lombardia temono l'arancione. Il ministro Roberto Speranza ha firmato oggi l'ordinanza per la riapertura degli impianti sciistici il 18 gennaio

Nel frattempo, dalla Gran Bretagna giunge notizia che Londra chiuderà le scuole elementari. Il Regno Unito, intanto, ha deciso di rinviare la seconda dose di vaccino per allargare la platea di quelli che ricevono il primo. Terminato il rave party illegale andato avanti per 48 ore a Rennes, in Francia. Sono 1.200 le multe inflitte tra partecipanti e organizzatori.