Sabato 22 Giugno 2024

Condannato ingiustamente per violenza sessuale di gruppo, si candida al Comune di New York

Migration

New York gli ha voltato le spalle, accusandolo ingiustamente di stupro quando aveva soli 15 anni e costringendolo a sette anni di reclusione. Nel 2002, però, la sua innocenza è stata provata, così come quella per tutti gli altri componenti del ‘Central Park Five’, i cinque di Central Park accusati di aver stuprato una jogger. E ora Yusef Salaam si candida a consigliere comunale delle Grande Mela nel tentativo di prendersi la sua rivincita contro un sistema che lo ha umiliato e usare la sua esperienza per innescare cambiamenti positivi.

Al loro caso Netflix ha dedicato una miniserie ’When they see us’ e di recente le autorità di New York hanno installato, in una sorta di ‘mea culpà, una lapide all’ingresso di Central Park per ricordare l’ingiustizia commessa.