Giovedì 25 Aprile 2024

Caro-bollette, pensioni e taglio Iva

La legge di Bilancio, la prima licenziata dal governo Meloni, ha un valore di 33 miliardi, anche se sulla cifra resta l’asterisco dell’autorizzazione di Bruxelles all’uso di fondi strutturali per un valore di 3 miliardi.

La parte del leone la fanno gli aiuti per contrastare il caro-bollette, con 21 miliardi finanziati in deficit: in pratica i due terzi della manovra. Si tratterà di un "mix di aiuti", spiega il sottosegretario all’economia Federico Freni, per coprire i primi tre mesi del 2023: in parte confermando lo sconto benzina, il bonus sociale ed i crediti di imposta, in parte pensando a ristori specifici per alcuni settori. Il governo vuole abbattere l’Iva sui primari come pane e latte. Sul fronte pensioni, per evitare il ritorno della legge Fornero, la soluzione ponte per il 2023 dovrebbe essere una combinazione fra 41 anni di contributi e 61 o 62 di età.