Martedì 11 Giugno 2024

Carabinieri morti a Campagna, la 31enne alla guida del Suv positiva ad alcol e cocaina. Oggi i funerali di Stato in Puglia

Salvini: “Via la patente a chi assume droga”. Le tracce di droga dovranno essere confermate da un controesame. Oltre ai due militari morti, tre i feriti: il più grave è un 75enne salernitano

Carabinieri morti a Campagna. Nel riquadro: il 25enne Francesco Pastore e il 27enne Francesco Ferraro

Carabinieri morti a Campagna. Nel riquadro: il 25enne Francesco Pastore e il 27enne Francesco Ferraro

Napoli, 8 aprile 2024 – È risultata positiva ad alcol e droga la 31enne che sabato sera era guida del Suv che si è scontrato contro l'auto dei carabinieri nel Salernitano, uccidendo due militari. Tracce di cocaina sarebbero state riscontrare nel sangue, ma l’esito deve essere verificato da un controesame.

Nell’incidente – avvenuto sulla statale tra Eboli e Campagna – sono morti due militari pugliesi: il maresciallo foggiano 25enne Francesco Pastore e l'appuntato scelto leccese Francesco Ferraro, di 27 anni. Un terzo collega, il maresciallo Paolo Volpe, è ancora ricoverato in ospedale. La donna è ricoverata insieme alla 18enne che viaggiava con lei a bordo del Suv. È in prognosi riservata al nosocomio di Battipaglia un 75enne di Campagna che guidava un'altra auto coinvolta nell’incidente.

Salvini: “Via la patente a chi assume droga”

“Mi auguro che il Parlamento approvi in via definitiva il nuovo Codice della Strada, dopo il via libera della Camera. Nel regolamento precedente, chi veniva trovato alla guida sotto effetto di stupefacenti poteva sfangarla sostenendo di non avere alterazioni psicologiche. Con il nuovo testo, se vieni beccato riconsegni la patente. Stop. Non si scherza con la vita". Lo scrive su Instagram il ministro dei Trasporti e delle infrastrutture, Matteo Salvini, rilanciando poi un articolo sull'incidente nel Salernitano, in cui sono morti due carabinieri, secondo cui la conducente che ha speronato l'auto dei militari dell'Arma sarebbe risultata positiva al test su alcol e cocaina.

Gli esami tossicologici

Ulteriori accertamenti, dopo gli esami tossicologici ai quali la 31enne è stata sottoposta ieri, sono stati effettuati stamattina all'ospedale di Oliveto Citra. Fonti delle forze dell'ordine riferiscono che non sono ancora ufficiali i risultati definitivi dell'alcol test e dell'esame antidroga a cui è stata sottoposta. La donna è stata trovata positiva all’alcol, mentre le tracce di cocaina emerse stamattina dovranno essere confermare tra un ulteriore esame. 

Carabinieri morti, la donna positiva ad alcol e droga
Carabinieri morti, la donna positiva ad alcol e droga

Le indagini

Proseguono le indagini da parte della polizia stradale di Eboli per stabilire l'esatta dinamica del tragico incidente avvenuto sabato notte a Campagna, nel Salernitano. Non appena saranno ufficializzati, i risultati dell’alcoltest e dell’esame tossicologico porteranno a una svolta investigativa, aggravando la posizione della donna.

Carabinieri morti a Campagna: il 25enne Francesco Pastore e il 27enne Francesco Ferraro
Carabinieri morti a Campagna: il 25enne Francesco Pastore e il 27enne Francesco Ferraro

Chi era Francesco Pastore

Francesco Pastore era figlio di Matteo, carabiniere in servizio al radiomobile di San Giovanni Rotondo. Oltre al papà, il 25enne lascia la mamma Chiara, la sorella Sara e la fidanzata Vilma. “Aveva fin da bambino la divisa cucita addosso – ricorda chi lo conosceva – era cresciuto con il mito del suo papà”.

Funerali di Stato

Martedì 9 aprile, si celebreranno i funerali di Stato dei due carabinieri pugliesi. Nella cattedrale di San Lorenzo Manfredonia (Foggia), alle 10 si terranno le esequie del 25enne Francesco Pastore, mentre in contemporanea a Montesano Salentino (Lecce) verrà dato l’ultimo saluto al collega 27enne Francesco Ferraro. In entrambe le città sarà lutto cittadino.

“Assicuro la mia preghiera di suffragio per i giovani estinti, entrambi di nome Francesco, e quella di tutta la Chiesa che è in Manfredonia-Vieste-S.Giovanni Rotondo”, dice l’arcivescovo Franco Moscone, che domani officerà le esequie del 25enne.

Approfondisci:

I due carabinieri morti. Travolti da un suv sull’auto di servizio: "La divisa, il loro sogno"

I due carabinieri morti. Travolti da un suv sull’auto di servizio: "La divisa, il loro sogno"

È arrivata nella tarda serata di ieri a Montesano Salentino la salma dell'appuntato scelto Francesco Ferraro. Lacrime e applausi al passaggio della bara avvolta nel drappo tricolore, arrivata davanti al municipio tra due ali di folla, scortata da due auto dell'Arma. Sui muri delle strade fiocchi bianchi e rami di palme. La camera ardente è stata allestita nella sala consiliare in via Monticelli.

Il sindaco: “Immane dolore”

Ad attendere il feretro, insieme a tutto il consiglio comunale, il sindaco Giuseppe Maglie con indosso la fascia tricolore. “Abbiamo perso un ragazzo eccezionale sempre pronto a mettersi a disposizione, a fare volontariato”, ha detto commosso il primo cittadino salentino, che ha parlato di “immane dolore”.

Clicca qui se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn