1 L’appello

Daniela Molinari, infermiera di 47 anni malata di tumore, aveva lanciato una richiesta disperata alla madre naturale che l’aveva abbandonata appena nata. Sarebbe bastato un prelievo di sangue, totalmente anonimo,

per darle una speranza.

2 La ricerca

La madre biologica di Daniela è stata rintracciata dal tribunale dei minori. Era risultato inutile l’accesso al fascicolo

in Comune peché la donna aveva chiesto di non essere nominata. Invece

il tribunale ha trovato quell’informazione indispensabile nella cartella dell’ospedale Sant’Anna di Como.

3 Il rifiuto

Eppure la risposta è stata molto dolorosa: la madre biologica di Daniela non vuole rinunciare all’anonimato. Per questo ha rifiutato di sottoporsi al prelievo e non è possibile disporne uno coattivo.

4 La lettera

Nella lettera indirizzata alla madre e pubblicata

da ’La provincia di Como’, Daniela – mamma di due figlie, la più piccola ha 9 anni – parla di una "sentenza di morte".