Giovedì 13 Giugno 2024

L’alluvione in Romagna trascina ordigni bellici. Allarme Coldiretti: “Rischio maggiore col ritiro delle acque”

Coldiretti lancia l’emergenza: ritrovate 6 bombe, ma potrebbero essercene altre. “Massima cautela per i contadini”

Roma, 23 maggio 2023 - A preoccupare l'Emilia Romagna non è solo l’alluvione con il suo lungo strascico di danni ma, da oggi, anche il rinvenimento di ordigni bellici inesplosi trascinati dalle esondazioni che, qualora venissero maneggiati o rimossi in modo improprio, potrebbero mettere in grave pericolo chi si trova nei dintorni.

A tal riguardo, in una nota il prefetto Castrese De Rosa ha raccomandato ai cittadini di adottare la massima prudenza. In merito è stata avviata una specifica campagna di sensibilizzazione con una apposita locandina. 

Conselice allagata
Conselice allagata
Approfondisci:

Diretta alluvione in Emilia Romagna 23 maggio 2023: salgono a 16 le vittime. Approvato il decreto, stanziati oltre due miliardi di euro. Sospesi tributi fino al 31 agosto

Diretta alluvione in Emilia Romagna 23 maggio 2023: salgono a 16 le vittime. Approvato il decreto, stanziati oltre due miliardi di euro. Sospesi tributi fino al 31 agosto
Approfondisci:

Alluvione in Emilia Romagna, la nostra raccolta fondi per un aiuto immediato. Ecco l’Iban per la donazione

Alluvione in Emilia Romagna, la nostra raccolta fondi per un aiuto immediato. Ecco l’Iban per la donazione

L'emergenza è stata segnalata dalla Coldiretti alla Prefettura di Ravenna, che si è mobilitata per emettere un'informativa valida in tutto il territorio colpito dalle inondazioni. La Prefettura ha inoltre avviato una campagna di sensibilizzazione sui rischi delle bombe inesplose.

A rischio i contadini 

Ad essere maggiormente esposti sono i contadini, che in questi giorni, con l'ausilio dei trattori e approfittando della pausa dal maltempo, stanno lavorando per risistemare i campi devastati dalla furia dell'acqua. Il rischio per la loro incolumità è che il passaggio dei mezzi pesanti possa provocare l'innesco degli ordigni e la loro conseguente esplosione.

Approfondisci:

Alluvione: Conselice ancora allagata. “Acqua stagnante non pulita, non camminate a piedi nudi”

Alluvione: Conselice ancora allagata. “Acqua stagnante non pulita, non camminate a piedi nudi”

Ad oggi sono già 6 le bombe non esplose ritrovate nella terra e messe in sicurezza dai militari, ma la Coldiretti avverte che potrebbero essercene delle altre e invita gli agricoltori ad agire con la massima prudenza.

Indispensabile saranno l'intervento e l'assistenza dei militari, delle forze dell'ordine e della protezione civile per mettere in sicurezza quelle che un tempo furono le aree interessate dal fronte della seconda guerra mondiale, circa 100 mila ettari di superficie agricola.