Martedì 23 Luglio 2024
MIMIT
Archivio

Digitalizzazione, WiFi Italia entra nei musei per una connessione libera e gratuita

Nell’ambito del progetto promosso dal MIMIT, WiFi Italia è arrivato anche nei Musei, da Faenza alle Murge per valorizzare il patrimonio artistico culturale italiano.

WiFi Italia è arrivato anche nei Musei

WiFi Italia è arrivato anche nei Musei

Il museo da vivere, interattivo, come leva del cambiamento verso una cultura sempre più connessa e digitalizzata al servizio della comunità. La trasformazione digitale passa anche attraverso gli spazi museali italiani che, oltre a essere luoghi dove “si conserva cultura”, sono divenuti veri e propri habitat dove fare esperienze umane, dalla scuola al tempo libero, perché permettono di confrontarsi, scambiare idee e opinioni non solo in loco, ma generando contatti attraverso le reti social.

Oggi i musei ospitano incontri culturali, presentazioni di libri, corsi di formazione, lezioni scolastiche, spettacoli, eventi pubblici e privati. Sono una fonte d’ispirazione per i visitatori e rappresentano un importante punto di riferimento tanto per rafforzare il coinvolgimento di una comunità, quanto per connettere la cultura ad una nuova esperienza caratterizzata dall’innovazione tecnologica.

Di qui, l’estensione anche nei luoghi museali del progetto WiFi Italia, promosso dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy affidato a Infratel Italia, per consentire a cittadini e turisti di connettersi gratuitamente e in modo semplice, tramite App dedicata, ad una rete wi-fi libera e diffusa su tutto il territorio nazionale.

Grazie alla Convenzione tra il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, Infratel Italia, Regione Puglia e l’ente Parco dell'Alta Murgia, la rete di WiFi Italia è entrata nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, area di interesse naturalistico, paesaggistico e storico-culturale, situata tra la provincia di Bari e quella di Barletta-Andria-Trani.

In particolare, a Castel del Monte, fortezza del XIII secolo patrimonio UNESCO dal 1996, la collaborazione fra Infratel Italia e Microsoft Italia, ha generato il progetto Holo Museum, sviluppato da Hevolus Innovation con l’obiettivo di contribuire con la Direzione regionale Musei di Puglia alla valorizzazione dell’arte e della cultura del territorio attraverso l’utilizzo del digitale: il visitatore, infatti, può vivere il percorso museale di Castel del Monte in modalità phygital accedendo, attraverso smartphone, all’app dedicata MVRGIA (disponibile sia per Andrioid sia per iOS).

«Strumenti come la realtà aumentata coinvolgono i visitatori in modo dinamico e sempre accessibile, per un’esperienza innovativa e soprattutto immersiva – dichiara Francesco Tarantini, presidente del Parco Nazionale Alta Murgia – Il progetto Wi-Fi Italia, oltre a potenziare la connettività nelle aree rurali dell’Alta Murgia, farà conoscere Castel del Monte in un modo mai sperimentato prima, migliorando la fruizione del patrimonio culturale e architettonico».

Nuovo capitolo hi-tech anche nelle pagine della fruizione del MIC, il Museo Internazionale delle Ceramiche a Faenza che ha attivato il progetto WiFi Italia in accordo con Regione Emilia-Romagna, Infratel Italia e Lepida, e installato 14 access point sia nelle sale espositive che negli spazi di interesse comune all’interno del MIC.

Questo museo è un vero polo culturale che custodisce la più importante raccolta al mondo dedicata alla ceramica, con un patrimonio di oltre 60mila opere che vanno dai 4000 anni a.C. ai giorni nostri. All’interno ci sono anche il laboratorio di restauro, la biblioteca, gli archivi fotografici e documentari, un laboratorio didattico.

“Poter offrire materiali multimediali di facile consultazione per collezioni complesse è obiettivo prioritario.” - commenta la Direttrice del MIC, Claudia Casali - “Un utente felice è un biglietto da visita eccezionale per la promozione e divulgazione del proprio patrimonio e della propria realtà museale. Il progetto è un format che potrà essere applicato anche ad altre realtà museali del territorio e non solo, attraverso un semplice inserimento di una maschera interattiva, si potranno monitorare i dati dei visitatori e coglierne il grado di soddisfazione o gli elementi di miglioramento”.

WiFi Italia connette le piazze come i musei, nei borghi come in città, per avvicinare le persone e colmare le distanze. Per gli appassionati d’arte e cultura accedere alla rete è semplice: basta scaricare l’App gratuita WiFi Italia, disponibile per dispositivi Android e iOS.

Per maggiori informazioni: https://wifi.italia.it