Mezza bicicletta e mezzo Segway. È DC-Tri, una specie di triciclo elettrico all'apparenza molto bizzarro ma che potrebbe diventare un mezzo davvero interessante. Lo ha ideato e prodotto una (omonima) startup australiana, che sta raccogliendo fondi su Kickstarter per completare la produzione e iniziare a distribuirlo a novembre 2017.


LE CARATTERISTICHE
Il triciclo aussie ha la parte anteriore con gomma alta da bici da montagna (una 26”) dove è alloggiato il motore da 250 W; le altre due ruote, di piccole dimensioni, sono poste su un carrellino che regge il pilota (fino a 130 kg di peso). La batteria è agli ioni di litio da 36V, il che significa una velocità di crociera di circa 20 chilometri all'ora. Si tratta di una proposta quantomeno originale nel panorama dei mezzi da strada, che potrebbe inserirsi negli ambienti urbani, utilizzata a mò di Segway con il vantaggio della stabilità e della possibilità di percorrere lunghe distanze.


COME SI GUIDA
Con una carica si percorrono 30 km, una distanza buona per attraversare un paio di volte una grande città. Il tempo per una ricarica completa è di 4 ore. Obiettivo della casa è diffondere questo veicolo ibrido proponendolo non solo come utile al commuting ma anche come oggetto ludico, per fare giravolte a 360 gradi, impennate e piccole derapate, come si vede nel video di presentazione. Stando in piedi sul carrellino non si fa fatica, dunque si tratta di un mezzo per tutti, giovani e anziani. Ma volendo si può spingere come fosse un monopattino, sostanzialmente raddoppiando il range di percorrenza. C'è anche la versione adattabile alla sedia a rotelle. I primi finanziatori del progetto si portano a casa la DC-Tri con 1553 dollari.