Mercoledì 17 Aprile 2024

Crippa, presto per parlare, non ci sono prove su morte Navalny

'Additare colpevoli mi sembra prematuro e inopportuno'

Crippa, presto per parlare, non ci sono prove su morte Navalny

Crippa, presto per parlare, non ci sono prove su morte Navalny

"Esprimiamo le condoglianze, ma aspettiamo che si faccia luce. Non additiamo responsabili finché non ci saranno prove oggettive". Lo dichiara il vicesegretario della Lega Andrea Crippa in merito alla morte di Alexei Navalny. Sulle dichiarazioni del Pd, secondo cui il governo russo sarebbe responsabile della morte del dissidente, afferma: "additare colpevoli mi sembra prematuro e inopportuno". "Io non ho la sfera di cristallo - precisa - e non so cosa succede in Russia. Mi chiedo come lo facciano a sapere qui in Italia. Il Pd con una mentalità giustizialista, è già alla ricerca di colpevoli". "Io non ho la sfera di cristallo - precisa Crippa - e non so cosa succede in Russia. Mi chiedo come lo facciano a sapere qui in Italia. Il Pd con una mentalità giustizialista, è già alla ricerca di colpevoli". A chi gli chiede se le condizioni di prigionia possano aver contribuito al decesso di Navalny, l'esponente leghista risponde: "se stava bene due giorni fa, vuol dire che le condizioni di prigionia lo facevano stare bene". "Se le condizioni in carcere in Russia sono pessime - conclude - non sarebbe dovuto stare bene due giorni fa. A meno che le condizioni di prigionia non siano cambiate in questi due giorni. Non lo so".