Giovedì 20 Giugno 2024

Un cane ’marine’ per la medaglia

Martinez ha scelto un pastore belga Malinois addestrato dai Navy Seals per proteggere il premio

Migration

Lo hanno ribattezzato ’Dibu’, diminutivo di ’disegno’ in spagnolo, perché somiglia a un cartone animato. Ma il portiere dell’Argentina Damian Martinez non si limita a parare i rigori che valgono i mondiali e poi a lasciarsi andare ad esultanze di pessimo gusto con il premio come miglior portiere. Ha scelto un pastore belga Malinois del peso di 30 chili per vigilare sulla medaglia di campione del mondo. Martinez, che gioca nell’Aston Villa, ha pagato 23.000 sterline per il cane da guardia, addestrato dalle forze speciali britanniche della Sas e dai Navy Seals americani e già schierato in zone di combattimento. "I pastori belgi Malinois sono cani scelti dall’Esercito e dalla Polizia e sono i numeri uno del mondo", ha spiegato in una nota Elite Protection Dogs, che ha venduto il cane a Martinez. Furono usati anche nel blitz in Afghanistan in cui fu ucciso Osama bin Laden. Le ville dei calciatori della Premier League sono spesso bersaglio di ladri e rapinatori, quindi molti giocatori del massimo campionato inglese scelgono servizi di sorveglianza e cani super addestrati: prima di Martinez l’hanno fatto anche Hugo Lloris e Ashley Cole.