Lunedì 20 Maggio 2024
RICCARDO GALLI
Sport

Sognando Vale: e il tricolore diventerà rosa

Nel 2023 il primo Campionato Italiano di velocità femminile, da Misano a Imola in sei tappe. "Un movimento in grande crescita"

Roma, 7 dicembre 2022 - No, non più solo e soltanto un Trofeo di categoria, ma un campionato vero e proprio. Calendario, tappe e regolamento sono già lì, pronti per accendere un 2023 del motociclismo segnato da una bandiera a scacchi in qualche modo storica. E, per l’Italia, assolutamente rivoluzionaria.

Nasce infatti il primo Campionato Italiano di Velocità femminile. Una lotta (in pista) alla pari, con tutte moto di cilindrata 300 e gli uomini... là in tribuna, magari a fotografare qualche staccata o piega da imitare.

Ragazze in griglia di partenza, in un team tutto in rosa, come quello di Aurora Angelucci
Ragazze in griglia di partenza, in un team tutto in rosa, come quello di Aurora Angelucci

Il 2023, insomma, si chiuderà con un tricolore uomini e uno donne. E la macchina del Civ in rosa, a quanto pare, promette risultati di ottima qualità. Sia sul piano tecnico (la scuola di ragazze motocicliste, in Italia, sta correndo da matti), sia su quello dello spettacolo, visto che il Civ femminile si articolerà su sei tappe stagionali (tre nel contesto del Civ Junior e tre accanto al Civ vero e proprio).

La scelta di organizzare questo campionato è partita dalla Federazione di motociclismo, per voce del suo presidente, Giovanni Copioli al tavolo della Commissione Femminile della Fmi, e sembra voler ricalcare e cristallizzare quanto di bello, positivo e spettacolare, si è sviluppato a livello continentale con la Women’s European Cup, che in breve si è trasformato in classico delle due ruote.

C’è un movimento ormai sempre più vasto di ragazze che puntano a trasformare la passione per la moto nell’adrenalina della gara e della competizione. Lo dimostrano, la nascita di team e presenze nelle gare uomini di ragazze nelle categorie del Mondiale Superbike, o il lavoro di Aurora Angelucci che nel corso del 2022 della Moto3 (con Mta Angeluss) ha presentato una squadra composta solo da ragazze (nel box e in pista e al paddock, con la curiosità dell’unico... uomo in gruppo, in veste di ombrellino) e che adesso sta portando avanti il progetto, ambizioso, di una vera e propria Academy formativa dove poter fra crescere e trasformare in pilota, le ragazzine che sognano un futuro alla Valentino Rossi.

Il Civ femminile 2023, accedenderà i riflettori della stagione il 30 aprile sulla pista di Misano, quindi le altre cinque tappe, da Magione in Umbria, al Mugello, passando per Modena, il ’Riccardo Paletti’ di Varano con il gran finale (8 ottobre 2023) a Imola.

"E’ davvero un piacere – sono parole del presidente della Federmoto, Copioli – poter annunciare la nascita di questa compeitizione dedicata alle donne. Quello del motociclismo femminile è un mondo in continua crescita, animato da una passione sempte più grande, sia nel mondo della velocità, sia in quello dell’offroad".

In attesa della composizione della griglia delle partecipanti (Civ comunicherà la nota delle iscritte a inizio 2023), Copioli è pronto a scommettere sulla qualità della sfide che saranno offerte della ragazze della velocità.

"Sono sicuro – conclude – che le partcipanti al nuovo campionato ci regaleranno gare avvincenti e di alto livello. I tanti brabi piloti donna che abbiamo meritavanoun campionato tricolore, su questo non possono esserci dubbi".