Mercoledì 29 Maggio 2024

Sinner pronto Con Medvedev l’esame di laurea

A Rotterdam la finale. Jannik troverà l’ex. numero 1 del ranking

Migration

ll peso di dover vincere comincia a farsi sentire, ma Jannik Sinner l’ha gestito bene e oggi nella finale del torneo di Rotterdam non dovrà sopportarlo, perché il favorito sarà l’avversario, l’ex numero uno Danil Medvedev.

Ieri l’alto atesino ha battuto in semifinale dell’Atp 500 indoor l’olandese Tallon Griekspoor, n. 61 del ranking, in due set con il punteggio di 7-5, 7-6 (5) in 1 orea e 55 minuti di gioco. Oggi alle 15.30 (Sky) Sinner se la vedrà con Medvedev che nell’altra semifinale ha sconfitto il bulgaro Grigor Dimitrov 6-1, 6-2.

"Ho sentito tantissima pressione e sono soddisfatto di come l’ho gestita. Non era facile per me – ha detto Sinner alla fine –, ho cercato di giocare aggressivo, a volte ci sono riuscito e altre no ma sono contento. Nel tie-break sono stato un po’ sfortunato sul 5-3 ma fa parte del gioco, sono felice di essere in un’altra finale e domani sarà durissima".

L’olandese Tallon Griekspoor era entrato con una wild card ma si è rivelato un avversario molto scorbutico.

Oggi la sfida a Daniil Medvedev, che Sinner non ha mai battuto finora: quattro i match giocati contro il russo e quattro sconfitte. "E’ molto solido, serve bene, è difficile fargli break - ammette l’azzurro - Dovrò servire con tanta attenzione, dovrò avere coraggio. Parlerò col mio team, spero di migliorare il mio record contro di lui". Nel mirino c’è l’ottavo titolo in carriera e una striscia vincente da tenere aperta, dopo la vittoria a Montpellier domani. "In ogni torneo che giochi ti piacerebbe lasciare un segno, è una finale e cercherò di vincerla".