Sabato 15 Giugno 2024
GIUSEPPE TASSI
Sport

Siamo tornati agli anni d’oro

Giuseppe Tassi

Non peccavo di ottimismo quando scrissi che il malconcio calcio italiano aveva i numeri per portare tre squadre nei quarti di Champions League. Bene, Inter, Milan e Napoli hanno compiuto l’impresa, ciascuna con il suo stile ma nel segno della concretezza e della qualità. Fra le otto stelle d’Europa brillano tre perle del nostro giardino.

Non succedeva da 17 anni, dalla stagione 2005-2006 quanto Juve, Inter e Milan centrarono lo stesso traguardo. Solo il Diavolo berlusconiano agguantò la semifinale per poi essere eliminato dal Barcellona. Ma la concretezza di Inzaghi, il gol di Lukaku all’andata, le parate di Ochoa e i pali amici hanno permesso ai nerazzurri di toccare un traguardo che mancava da 12 anni. Avanti a braccetto con iI Milan di Pioli, anche lui di corto muso con un graffio di Brahim Diaz e una eccellente partita di ritorno sul campo del Tottenham. Primi quarti della storia, invece, per il Napoli delle meraviglie, costruito da Spalletti e sorretto dalle magie di Kvara e Osimhen.

Ora che il cammino si è compiuto, viene voglia di guardare avanti, a un precedente di vent’anni fa (2002-2003) con tre italiane in semifinale e il trionfo del Milan (3-2 ai rigori) nell’ultimo atto contro la Juve. C’è voglia e qualità per ripetere quell’impresa. Vent’anni dopo e con nuovi moschettieri.