Giovedì 11 Luglio 2024

Rugby, svolta in rosa

La Nuova Zelanda ha il primo presidente donna

Per la prima volta in 130 anni di storia, la Federugby neozelandese ha a capo una presidente donna. Si tratta di Patsy Reddy, 68 anni, ex governatrice generale della Nuova Zelanda. "È un vero onore essere eletta presidente in un momento così cruciale ed emozionante per il nostro rugby", ha detto Reddy.

Imprenditrice, grande sostenitrice dei temi dell’inclusione e della diversità della leadershi a pfavore delle donne, la neo presidente è stata nominata in una riunione ad Auckland e subentrerà a Stewart Mitchell, il massimo dirigente uscente, che si dimetterà alla fine di gennaio. Riconosciuta per la sua lunga carriera di avvocato in diritto tributario, Reddy era entrata nel consiglio di amministrazione della federazione lo scorso aprile, dopo essere stata dal 2016 al 2021 governatrice generale del Paese (rappresentante onoraria della sovrana Elisabetta II).

Il rugby femminile è in grande ascesa in Nuova Zelanda, soprattutto dopo la vittoria delle Black Ferns sull’Inghilterra (34-31) nella finale dei campionati mondiali del mese scorso nel mitico Eden Park di Auckland.