Venerdì 12 Luglio 2024
DORIANO RABOTTI
Sport

Messi vince sempre: sono d’oro anche i ’like’

Una foto con la coppa su Instagram batte il record di tutti i tempi sui social: 57 milioni di ’mi piace’ in poche ore per la Pulce

Migration

di Doriano Rabotti

Quello che tocca trasforma in oro. Sarà anche finito nel mirino delle critiche per aver accettato di essere avvolto nel bisht, il costume tipico del Qatar, dall’emiro Al Thani dopo aver vinto la coppa del mondo, ma Lionel Messi ci ha messo poco a trovare il modo per cancellare quell’immagine sovrapponendone un’altra.

E lo ha fatto stabilendo un nuovo record, quello dei ’like’ su Instagram, mentre alza la coppa del mondo che poi, in un altro post, dorme al suo fianco nel letto: la foto sul suo account Instagram (leomessi) ha infatti superato i 57 milioni di “mi piace”, sul social fotografico il record precedente era di 56,16 milioni, stabilito da un’immagine creata appositamente per entrare nel Guinness dei primati (la foto di un uovo postata il 4 gennaio 2019 dal profilo “world_record_egg”).

Dopo aver sfondato il muro del consenso social, Messi ha anche dedicato una lettera aperta ai tifosi e all’Argentina, con un video sempre su Instagram: "Dal Grandoli ai Mondiali in Qatar sono passati 30 anni. Sono stati tre decenni in cui il calcio mi ha regalato tante gioie e anche qualche tristezza. Ho sempre avuto il sogno di diventare campione del mondo e non ho mai smesso di provarci, pur sapendo che sarebbe potuto non succedere mai – dice il 10 nel video –. Questa Coppa che abbiamo vinto è anche per tutti coloro che non l’hanno raggiunta nei precedenti Mondiali che abbiamo giocato, come nel 2014 in Brasile, dove tutti se lo sarebbero meritato per come hanno lottato sino alla finale, lavorando sodo tanto quanto me. E ce lo saremmo meritati anche in quella dannata finale", ha scritto Messi.

Poi il passaggio che tutti aspettavano: "È anche di Diego, che ci ha incoraggiato dal cielo. E di tutti quelli che hanno sempre sostenuto la Nazionale, senza guardare tanto al risultato ma piuttosto alla voglia che ci abbiamo sempre messo, anche quando le cose non andavano come volevamo. E, naturalmente, è di tutto questo bellissimo gruppo che si è formato, dello staff tecnico e di tutte le persone della Nazionale che, in forma anonima, lavorano giorno e notte per facilitarci le cose", ha proseguito Messi.

"Molte volte il fallimento fa parte del viaggio e dell’apprendimento, senza delusioni è impossibile che il successo arrivi. Grazie mille di cuore. Forza Argentina", racconta Messi mentre il video fa scorrere le immagini dei suoi primi passi, mossi nel 1993 al Grandoli, la squadra del barrio di Rosario dove iniziò a quattro anni. C’è anche un’intervista in cui, ancora giovanissimo, raccontava di sognare di "giocare per la Nazionale argentina".

Dopo di che, ovviamente non ne ha bisogno visti i guadagni di una carriera e l’ingaggio faraonico garantito oggi dal Psg, ma sapete quanti soldi guadagna la Pulce ogni volta che lui (o meglio il suo staff) pigiano con le dite sui tastini dello smartphone per pubblicare qualcosa su Instagram?

Il sito influencermarketinghub si occupa tra le altre cose di misurare il valore dei singoli post. Nel caso di Messi, il suo account Instagram, seguito da qualcosa come 402 milioni di follower, è una fabbrica d’oro: ogni volta che pubblica qualcosa genera un indotto che oscilla tra i 798mila e il milione di dollari.

Per forza dorme tranquillo.