Sabato 22 Giugno 2024

Italia d’assalto La Francia vince solo nel finale

Sei Nazioni, all’Olimpico è 24-29: grande fiducia verso Twickenham

Migration

Un magnifico salto emotivo nel passato, quando l’Italia spaventava, e a volte batteva, le migliori squadre dell’emisfero Nord. Ma anche una sensazione del tutto nuova, la consapevolezza che un’Italrugby così serenamente sfrontata in campo non c’è mai stata. Vince la super Francia all’Olimpico all’esordio del Sei Nazioni 2023, ma dobbiamo solo sorridere. I Bleus la sfangano per 29-24, ma tirano pure un sospiro di sollievo, perché a tempo ormai scaduto abbiamo sfiorato una meta che ci avrebbe consentito di trionfare davanti ai nostri 45.000 tifosi nella capitale. E’ Allan a tenerci sempre in gara, con due piazzati che inframmezzano le tre mete ospiti di Flament, Ramos e Dumortier e che rimediano ai nostri errori. Poi, al 33’ ecco il lampo del più atteso. Ange Capuozzo con un cambio di ritmo irresistibile si inventa una meta dalla parte chiusa e Allan trasforma. All’inizio del secondo tempo, ancora Ramos in meta – l’estremo francese vive però una giornata no al calcio – ma poi ne arriva una tecnica per noi dopo una percussione da urlo. C’è il giallo contestuale per Ollivon e la temporanea inferiorità numerica degli uomini di Galthié, che tremano. Un piazzato di Allan ci porta davanti, ma poi i transalpini ribaltano definitivamente la sfida attingendo alla loro classe infinita e andando in meta con Jalibert al 26’. Il risultato non cambia più, ma nulla ci sarebbe stato da obiettare se la nazionale del ct Crowley fosse riuscita a fare sua la gara. Domenica si va a Twickenham, il tempio che sabato ha visto l’Inghilterra cedere alla Scozia. E c’è già chi sogna qualcosa che fino a poco fa non era nemmeno lecito pensare.

Paolo Grilli