Giovedì 11 Luglio 2024

Inno russo sbagliato ai Mondiali

Nuova Delhi, scuse dell’organizzazione all’oro Demurchian

Inno russo sbagliato per celebrare la vittoria di Anastasiia Demurchian, ieri vincitrice del titolo mondiale della categoria fino a 70 chilogrammi. Alla ‘K.D. Jadhav Indoor Hall’ di Nuova Delhi nel corso della cerimonia di premiazione non è stato fatto risuonare il solenne inno della Federazione russa in vigore dal 25 dicembre del 2000 bensì le note del Concerto per pianoforte n. 1 di Tchaikovsky che era stato utilizzato per celebrare le vittorie alle ultime due edizioni dei Giochi olimpici. L’annunciatore dello stadio si è scusato per l’errore ed è stata organizzata la premiazione con Demurchian sola sul podio ad ascoltare l’inno del suo Paese e sullo sfondo le bandiere. La Federazione mondiale (Iba) presieduta dal russo Umar Kremlev ha consentito la partecipazione ai Mondiali alle atlete russe, che insieme alle bielorusse erano state prima sospese.