Giovedì 13 Giugno 2024
PAOLO FRANCI
Sport

Il gol più bello è per Deborah

Paolo Franci

Non si era capito bene perchè, una volta incassato il cartellino rosso contro la Lazio per un contatto ruvido con l’avversaria, l’attaccante della Ternana Women, Deborah Salvatori Rinaldi, fosse finita al centro di un capannello di abbracci, baci e carezze delle sue compagne. Si capirà dopo. Quella del 26 febbraio scorso sarebbe stata l’ultima partita prima di quel cartellino nero che la vita le ha sventolato in faccia: tumore all’interno dei seni paranasali. Intervento chirurgico (andato bene il 1° marzo, evviva!). Terapie di rito. Fino all’ultimo si è allenata e ha giocato, come ha scritto sui social in un lungo post "non per un atto di coraggio o voler coprire le emozioni, semplicemente quella era l’unica routine che conoscevo". Andare al campo, evidentemente, le dava la certezza di vita e di lotta contro quel maledetto. L’ultimo giorno di allenamenti prima dell’operazione, anzi per dirla come l’ha detta lei il giorno in cui doveva: "lasciare la nave per correre sulla scialuppa", si allena e poi torna negli spogliatoi dove trova i dirigenti della Ternana con un foglio in mano: il rinnovo di contratto, a prescindere. Il modo in cui il club ha voluto abbracciare la sua giocatrice. Una tipa tosta, tostissima che però: "Così la Ternana mi ha fatto piangere". Di gioia. Uno dei mille modi in cui il pallone può farlo anche in un momento così delicato. A patto che siano le persone giuste, come i dirigenti della Ternana, a farlo rotolare.