Venerdì 14 Giugno 2024
PAOLO MANILI
Sport

Gaudiano a Parigi, al Grand Palais sono salti nella storia

Migration

di Paolo Manili

Il meglio del salto ostacoli d’Europa, e non solo, è in campo a Parigi sotto le storiche volte del Grand Palais Ephémère di Parigi per la 13ª edizione del prestigioso Saut Hermès, evento a "cinque stelle". La starting list dell’indoor parigino è di quelle da "festival dell’equitazione" e tra le star in gara da oggi fino a domenica non manca il nostro attuale numero uno, Emanuele Gaudiano (nella foto), con due dei suoi migliori cavalli, il veterano Chalou e il più giovane Chaccobeto. Sarà vita dura per tutti perché la concorrenza è formidabile, ma ciò non inibisce – caso mai galvanizza – il fuoriclasse azzurro noto per i suoi percorsi mozzafiato, giocati ventre a terra sul filo dei centesimi. Dalla sua anche la conoscenza del terreno di gara che lo ha visto già vincitore in passato.

Il Grand Palais si presenta in tutta la sua suggestione più glamour: costruito in stile Liberty agli Champs Elisées per l’Esposizione Universale del 1900, ha ospitato spettacoli, fiere e mostre d’arte di livello internazionale e, ormai da 13 anni, anche il prestigioso concorso ippico. Tra le diverse gare, che vedono il loro clou nel GP Hermès di domenica pomeriggio (ostacoli a 1,60 m.), il meeting propone anche "Talent Hermès", prove dedicate ai migliori cavalieri "under 25". In questa categoria però mancano binomi italiani, dunque le nostre aspettative sono tutte sul carabiniere di Matera.

Intanto negli Usa continua il lunghissimo Winter Equestrian Festival di Wellington, presso Palm Beach – in corso tutti i week end dal 4 gennaio –, evento che molti campioni anche del Vecchio Continente scelgono per mettere a punto i loro nuovi cavalli: fra di loro è in gara anche Lorenzo De Luca, che per l’occasione impiega Cappuccino 194, Promise Z e Scuderia 1918 Highlight W. Anche a Wellington il GP è domenica.