Mattia Binotto
Mattia Binotto

Bologna, 2 agosto 2021 – Grande rammarico in Ferrari per l’uscita alla prima curva del Gp di Budapest da parte di Charles Leclerc, speronato da Lance Stroll al termine di una staccata fuori tempo e fuori spazio. Già ieri nel post gara il monegasco ha attaccato il canadese dai microfoni di Sky, poi è stato il turno anche del team principal Mattia Binotto, il quale ha puntato il dito non solo su Stroll ma anche sugli unsafe release ai box al momento della seconda partenza.

Manovra incomprensibile


Mattia Binotto ha illustrato la situazione al momento della prima partenza: “Charles era partito cauto e alla prima curva era praticamente terzo – le parole del dirigente riportate da Motorsport.com – La strada era libera, la curva fatta, ma è stato speronato da uno che non era in controllo della vettura. Credo sia una manovra senza senso per un pilota professionista”. Poi Carlos Sainz, che come tutti, tranne Hamilton, ha deciso di partire dai box cambiando le gomme: “Rientriamo al cambio gomme, scelta giusta. Ottimo pit stop. Poi rimaniamo fermi perché sappiamo che è pericoloso rientrare in pit lane e generare un unsafe release. Le regole sono chiare. Nessuno le ha rispettate. Siamo rimasti bloccato dietro a gente che invece non ha rispettato queste regole”.

Leggi anche - Gp Ungheria, Hamilton: "Ho ancora gli effetti del Covid"